COMASCO – Ubriaco, si scaglia contro i carabinieri e finisce in manette: protagonista dell’episodio avvenuto nel vicino comasco un polacco di 40 anni, residente a Limido Comasco. Proprio in un bar di Limido ieri sera i militari del comando di Mozzate sono entrati per un controllo di routine: l’uomo, operaio, in evidente stato di ubriachezza, ha dato in escandescenze e si è scagliato contro i tutori dell’ordine, strattonandoli.

carabinieri notte piazza rinoscenza centro san cristoforo

Invitato alla calma dai carabinieri, estraeva da tasca taglierino “cutter” puntandoglielo contro. Immediatamente immobilizzato, veniva arrestato e condotto negli uffici della stazione mozzatese per i relativi atti. Il coltello è stato sottoposto a sequestro. Il polacco è stato trattenuto direttamente in caserma durante la notte, in camera di sicurezza; il tutto in attesa del processo per direttissima disposto nella mattinata odierna dalla autorità giudiziaria al tribunale di Como: lo straniero è ha infine patteggiato quattro mesi di reclusione; e tramite questo rito ha così potuto ottenere uno “sconto” di pena.

(foto archivio)

02092015