15062015 carabinieri notte via maestri del lavoro rissa (4) UBOLDO – Si è concluso in paese, con lo scontro tra la fuggitiva Cinquecento e un’auto dei carabinieri il folle inseguimento durato oltre un’ora iniziato a Cogliate. E’ successo nella notte tra giovedì e venerdì quando sono molti i residenti del Saronnese che tra Caronno ed Uboldo hanno visto mezzi delle forze dell’ordine passare ad alta velocità. Secondo le prime ricostruzioni tutto sarebbe iniziato a Cogliate dove due amici avrebbero iniziato la fuga per evitare controlli con l’etilometro. Il risultato è stato un lunghissimo inseguimento con mezzi di Uboldo, Cogliate, Ceriano Laghetto, Solaro, Cesano Maderno, Limbiate e Saronno. I carabinieri sono riusciti, ad Uboldo, a chiudere i fuggitivi che hanno finito la loro corsa, dopo oltre una settantina di chilometri, contro una vettura dei militari completamente distrutta. I due uomini a bordo, militari della compagnia di Rho, sono stati portati all’ospedale ma le loro condizioni non hanno mai destato preoccupazioni.

Neanche durante la direttissima, tenutati sabato a Busto Arsizio, sono stati chiariti i contorni della vicenda: il 29enne alla guida ha detto solo di essere andato nel panico. Da chiarire, quando il procedimento tornerà in aula il primo ottobre, anche il ruolo del 28enne seduto sul sedile del passeggero.

(foto archivio)

20092015

10 Commenti

  1. per essere andato nel panico è un ottimo autista visto che ha fatto 70 km scappando dai carabinieri!! e meno male che non ha coinvolto altri veicoli e i 2 militari feriti non sono gravi!! qualche dormita in gattabuia e direi 5 anni senza patente per incominciare…..

    • E cosa bisogna fare in Italia per vedersi tolta la patente a vita? Qui c’è fuga all’alt con incidente e feriti, probabile positività all’etilometro…

  2. Intanto gli farei ripagare tutti i danni causati ( auto distrutta, spese mediche per i carabinieri,spese per le pattuglie scomodate, ecc.) Inoltre mi pare assai improbabile una fuga del genere solo per l’etilometro, evidentemente in macchina c’era qualcos’altro da non far trovare e gettare prima dal finestrino.

  3. è inutile che mi censurate il commento, tanto il problema droga c’è e riguarda il 90% dei fatti di cronaca che posso sembrare “eccessivi”
    continuare a mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi non risolve anzi.

  4. e tutto questo casino per non sottoporsi all’etilometro?? o il tasso previsto era da arresto o avevano ben altro da nascondere

  5. …in U.S.A. gli avrebbero già dato 15 anni di galera…i Russia li avrebbero mandati in Siberia a scolpire ghiaccioli…qui da noi probabilmente tra 3 mesi gli ridanno anche la patente.

Comments are closed.