solaro scoiattolo groaneSOLARO – Si vede appena, una timida comparsata davanti alle telecamere, come quelle star di Hollywood che fuori dallo showbusiness preferiscono la totale riservatezza agli occhi indiscreti delle telecamere. Ma a due anni di distanza dall’installazione dell’osservatorio nella sede del Parco delle Groane, lo scoiattolo rosso, superando la sua proverbiale timidezza nei confronti degli umani, si è finalmente fatto vivo, ripreso dalle immagini mentre salta da una mangiatoia all’altra per cibarsi della frutta secca, rifornita periodicamente dalle Guardie ecologiche. Specie autoctona del nord Europa, da tempo si pensava fosse tornato a popolare i boschi delle Groane (per questo alla sede della Polveriera era stato allestito un apposito osservatorio con rifugi e mangiatoie), ma ora, finalmente, se ne hanno le prove. Minacciato dal proliferare dello scoiattolo grigio, introdotto dal nord America dall’uomo, lo scoiattolo rosso rischia costantemente l’estinzione. E così recentemente è partito un progetto internazionale per la sua tutela, sostenuto da un gruppo di Regioni, tra cui la Lombardia, e di Università, con il supporto dell’Unione Europea e dal Ministero dell’Ambiente. Si chiama Ec-Square e presto sarà arricchito dal video prodotto dal Parco delle Groane e proiettato in una speciale serata che l’ente sta organizzando per i prossimi mesi.

20112015

1 commento

  1. ben ritornato scoiattolo rosso ,
    potremmo ripopolare anche i lupi?
    almeno si fan fuori qualche spacciatore !!!

Comments are closed.