binario tronco stazione treno banchina SARONNO – E’ stato soccorso sulla banchina della stazione di Saronno il capotreno, 30enne, che ieri pomeriggio è stato aggredito da un viaggiatore sprovvisto di biglietto.

E’ successo sul treno 54 partito alle 14,30 da Laveno. Poco prima della stazione di Mozzate nell’eseguire un controllo sui documenti di viaggio, l’uomo ha fermato uno straniero.
Il “portoghese” ha cercato di ignorare il controllare ma vista la sua insistenza ha iniziato a dare in escandecenza arrivando a colpirlo al volto. Il capotreno è istintivamente indietreggiato di qualche passo e questo ha permesso allo straniero di guadagnare l’uscita. In quel momento, infatti, il treno si è fermato nella stazione di Mozzate e lo straniero è uscito iniziando a correre per sparire il più velocemente possibile.

Il capotreno ha avvisato i colleghi presenti sul treno e anche quelli della stazione di Saronno che si sono attivati per aiutarlo e sostituirlo. Quando il treno è arrivato alla stazione centrale di piazza Cadorna, pochi minuti prima delle 16, è arrivata sul posto un’ambulanza del Sos di Uboldo. Il personale sanitario ha effettuato i primi controlli sul capotreno le cui condizioni non destavano preoccupazioni. A scopo precauzionale è stato comunque accompagnato all’ospedale di Saronno per gli accertamenti del caso. Sul posto anche una pattuglia della polizia locale che ha raccolto al testimonianza del capotreno.

Dopo una ventina di minuti dall’arrivo a Saronno il treno è ripartito con un nuovo capotreno che ha completato il viaggio fino a Milano.

24 Commenti

  1. Ma è possibile che non riescono mai a prendere questa gente? I carabinieri cosa fanno? Altro che continui elogi alle forze dell’ordine è ora di chiedersi se sono all’altezza della situazione.

    • Eh già, perché se lo prendono, magari trattenendo con un po di forza, sarebbero disgraziati, prevaricatori, assassini, squadristi e finirebbero loro sotto processo… elogiamo le forze dell’ordine, che per quello che possono fanno un lavoro straordinario!

  2. Ma è un povero migrante, non vorrete mica che paghi il treno o il pronto soccorso, il gas, la corrente elettrica, le spese condominiali, l’assicurazione dell’auto, la revisione, RAZZISTI!

  3. Strano, molto strano, è la prima volta che sento una notizia del genere, gli immigrati che usano i mezzi pubblici sono sempre stati un fiore all’occhiello da prendere d’esempio in merito al pagamento di biglietto, comportamento, ecc. Molto probabilmente il Capo treno nei confronti del viaggiatore ha usato un comportamento molto arrogante.

  4. ancora qualche anno e i treni li guideranno e li gestiranno loro… e noi non potremo neanche salirci.
    Questa è l’Italia che vuole qualcuno.

  5. Cosa dire? Nulla di nuovo sotto il sole con sempre questi extracomunitari di mezzo. Basta, basta, basta!!!

  6. se fosse stato uno straniero senza permesso di soggiorno non pensate che sarebbe da espellere ?

    sempre se verrà preso ……

    una risorsa in meno pero’ …….

  7. risorse ferroviarie….avanti cosi. Questa é la gente che 17 “societá” saronnesi vogliono.

  8. finché non cambiano le leggi in italia…..non cambierà mai nulla. Se sei sprovvisto del permesso di soggiorno, devi essere rispedito al tuo paese che si accolla il costo! se commetti un reato paghi!!! E se non hai soldi vai in carcere e li ci resti!!! BASTA!!!! Italiani sveglia!!!

  9. Ieri altri due macchinisti sono stati aggrediti in stazione aspettiamo che ci scappi il morto…….

  10. x completare la giornata ieri sera 8settembre verso le 21.30 uno “straniero” “extracomunitario” chiamatelo come volete, alla stazione di saronno ha aggredito 2 macchinisti; risultato: loro all’ospedale, l’aggressore che faceva finta di essere la vittima simulando di zoppicare, appena si è accorto che erano state chiamate le forze dell’ordine è scappato velocemente con la sua biicletta; dimenticavo treno soppresso!!

  11. tutti si lamentano giustamente …………eppure…………il PD ha ancora troppi voti.

  12. E tutti gli Italiani passeggeri che erano nella stessa carrozza ed hanno assistito?
    Leoni da tastiera.
    Almeno uno sgambetto, per non farlo scappare, avrebbero potuto farglielo al “diversamente” Italiano.

    • Credimi, sono stato un pendolare della tratta Saronno Seregno fino a qualche mese fa, personalmente quando tossici e spacciatori sono venuti a rompermi le palle, ho saputo rispondere per le rime e qualcuno di loro ha ancora i segni delle legnate che ha preso. Però posso assicurarti che questi vermi non vanno mai in giro da soli, e a me è capitato di vedere sempre sulla Saronno Seregno, spacciatori salire sui treni e sedersi nei vagoni ed esibire armi come le persone normali usano i cellulari.

    • caro mio…non puoi pensare di menare una risorsa e farla franca. Essi sono una specie protetta dai buonisti terzomondisti pertanto meglio tenere le mani in tasca. Tutto ció che puoi fare é chiamare le FdO

      • Le forze dell’ordine quando le ho chiamate in causa, mi hanno detto che conoscono il problema e più di tanto non possono fare.

      • Invece di invocare le forze dell’ordine che si sa hanno le mani legate, bisogna incaxxarsi e pretendere di far cambiare le inique leggi emanate da questa classe politica terzomondista e garantista nei confronti dei delinquenti meglio se “rifugiati”. Io nel mio piccolo l’ho fatto firmando per la raccolta di firme per l’abolizione della legge sulla leggitima difesa che permette che il delinquente, se osi ribellarti, ti possa querelare e ti chieda i danni….magari non servirà a niente, ma è un tentativo…

  13. Tutta la solidarietà al capotreno….rischiano ogni giorno e spesso, lo dico da pendolare, vengono pesantemente criticati da chi paga il biglietto, accusati di non essere abbastanza duri con chi non lo paga…non si può pretendere di più se non vengono tutelati

  14. Troppi voti al pd, troppi alla sinistra in genere.Milano CLAMOROSAMENTE ancora loro.povera italia veramente

  15. ma allo zulu non gli ha detto nessuno che il treno si paga?non e colpa sua poverino.che glielo pagasse alfano end company il biglietto

Comments are closed.