SARONNO – La divisa di una nota azienda di spedizione, una bella parlantina e tanta calma così tre sedicenti spedizionieri sono riusciti a raggirare il personale di un’azienda saronnese facendosi consegnare tessuti pregiati, del valore di 20 mila euro, destinati ad una nota azienda di calzature. Erano già pronti a rivenderle al mercato della contraffazione ma sulla loro strada hanno trovato i carabinieri di La Spezia che li hanno arrestati in flagrante.

Tutto è iniziato giovedì a La Spezia quando i carabinieri del reparto operativo del comando provinciale hanno notato un furgone bianco con la targa contraffata da un provvidenziale pezzo di nastro adesivo nero.

I militari hanno seguito il furgone fino a Saronno dove, dopo una piccola sosta, è entrato in un’azienda specializzata nella produzione di tessuti. Qui i sedicenti spedizionieri hanno spiegato al personale di dover eseguire una consegna e si sono fatti consegnare 250 metri di velluto di alta qualità (del valore di 20 mila euro) dicendo che avrebbero dovuto portarlo ad un’azienda produttrice di scarpe.

Il personale, sapendo che era previsto il ritiro della merce ed avendo ricevuto la chiamata di confermata (probabilmente effettuata dai malviventi nella breve sosta che ha preceduto l’arrivo in azienda), ha provveduto a caricare il furgone. Fortunatamente sono intervenuti i militari che hanno fermato i sedicenti spedizionieri. Per loro, tutti di origine napoletana con diversi problemi con la legge alle spalle, sono scattate le manette. I tessuti sono stati restituiti all’azienda e sono state avviate le indagini per comprendere i contorni della vicenda a partire da come i falsi spedizionieri facessero a sapere della consegne e come si siano procurati le divise.

(foto alcuni fotogrammi del video sulla vicenda presentato dai carabinieri in conferenza stampa a La Spezia)

22102016

1 commento

Comments are closed.