CARONNO PERTUSELLA – Una bella domenica primaverile allo Stadio Breda di Sesto San Giovanni dove la Pro Sesto del Presidente Gabriele Albertini (ex giocatore anche della Caronnese) ospita l’undici di Gaburro. La partita inizia alle 15 sotto la direzione di Mario Cascione di Nocera Inferiore. I primi minuti servono alle squadre per studiarsi in campo. Al 18′ la Pro Sesto si presenta in area rossoblù: prima Del Frate respinge con colpo di reni un buon tiro di Fall, riprende quindi palla Panatti che dal limite imbecca in pieno il palo. Al 27′ a seguito di una punizione calciata da Corno sulla respinta è lo stesso capitano caronnese ad effettuare un perfetto traversone per Luca Giudici liberandolo al tiro che si trasforma nel vantaggio per la formazione ospite: 0-1. Al 37′ si ripete l’assist di Corno dalla fascia destra per Luca Giudici che, devastante, infila per la seconda volta Perniola: 0-2.

Inizia la ripresa. Subito al 3′ Cristofoli viene atterrato in area e per il direttore di gara è rigore: dagli undici metri il bomber di casa va in rete: 1-2. Al 12′ la Pro Sesto pareggia i conti ancora con Cristofoli che di testa aggancia un calcio d’angolo di Brambilla e riporta in parità il match: 2-2. Al 16′ Fumagalli pesca Fall che dal limite calcia alto sopra la traversa rossoblù. Al 19′ Patrini calcia una bella e precisa punizione respinta in angolo dalla barriera. Sul corner Andrea Giudici costringe Perniola alla parata aerea. Al 22′ Gobbi sul filo del fuorigioco è bravo ad approfittare e gonfia per la terza volta la rete caronnese portando la Pro Sesto in vantaggio: 3-2. Al 27′ da buona posizione Corno impegna il numero uno avversario alla respinta a terra con un rasoterra dalla corta distanza. Un minuto più tardi Mandelli crossa per Corno il cui colpo di testa viene bloccato da Perniola. Al 33′ un ottimo diagonale del neo entrante Mair sfila di poco oltre il palo esterno. Andrea Giudici al 33′ ci prova dalla tre quarti ma il suo tiro va alto sopra la traversa. Al 37′ Mandelli viene atterrato in area e questa volta è rigore per la Caronnese: dal dischetto è Capitan Corno a ripareggiare i conti: 2-2. Passa un minuto ed è Mair a prendere palla e ad involarsi in porta gonfiando la rete della Pro Sesto per la quarta volta alla fine di una partita veramente vissuta dal primo all’ultimo minuto in cui i caronnesi hanno dimostrato una grande volontà di ferro aggiudicandosi tre punti d’oro: 3-4.
Fabrizio Volontè

PRO SESTO-CARONNESE 3-4 (0-2)
PRO SESTO: Perniola, Fumagalli, Leotta, Pirola (1’st Gobbi), Cortinovis, Viganò, Panatti (31′ pt Brambilla), Corti, Cristofoli, Battaglino (9′ st Di Renzo), Fall. A disposizione: Sangalli, Maldini, Bernardi, Ghidoni, Raviotta, Martino. Allenatore: Delpiano

CARONNESE: Del Frate, Redaelli (31′ st Caputo), Giudici A., Sgarbi, Patrini, Marcolini, Mandelli, Galli, Cominetti (24′ st Mair), Corno , Giudici L. (24′ st Baldo). A disposizione: Gherardi, Cottarelli, Rudi, Scaramuzza, Martino, , Parravicini Allenatore: Gaburro

Marcatori: 27′ pt Giudici L. (C); 37′ pt Giudici L. (C); 3′ st Cristofoli (C; r); 12′ st Cristofoli (C); 22′ st Gobbi (P); 37′ st Corno (C; r); 38′ st Mair (C)

4 Commenti

  1. Ma non vedete che non commenta mai nessuno le notizie sulla Caronnese, se vince se perde non interessa a nessuno.
    Quando gioca l’FBC SARONNO, comunque vada, si infiammano gli animi, dirottate le risorse a Saronno per creare una grande squadra con un grande pubblico.

  2. A che serve commentare? L esito della partita i tifosi lo sanno. E ci credono: sempre! Vieni allo stadio di Saronno e ti accorgerai che la tipologia dei tifosi è ben diversa dall Fbc Saronno. Ci sono anziani, giovani ,donne e ragazzi… e il clima è sempre festoso …. anche nei periodi bui. Non si parla inutilmente. Non serve commentare le partite: si attende il finale !!!! GRANDE CARONNESE

  3. Ne passare di acqua dal Lura prima che Saronno costruisca quanto costruito a Caronno in questi anni !!! Caronno, una piazza ormai da anni al vertice della Serie D !!! Una programmazione curata a non dilapidare fortune !!! E se quest’anno… ‘ Fusse che fusse la vorta bbona ‘. Forza Caronnese sempre e comunque !!!

  4. il padrone dell ‘amaretto diSaronno ( e non amaretto diCaronno)
    dovrebbe acquistare il Saronno, andare in lega Pro e giocare al Colombo Gianetti.

Comments are closed.