GERENZANO – Una montagna di vecchie finestre e relativi serramenti è comparsa nel bosco di Gerenzano: per evitare le spese di smaltimento evidentemente qualcuno, che si è occupato della ristrutturazione di uno stabile, non ha trovato di meglio che addentrarsi col furgone nella zona boschiva vicino al torrente Bozzente e scaricare tutto sul posto, creando una discarica abusiva.

A scoprire l’accaduto sono stati, lo scorso fine settimana, alcuni cittadini che erano andati a passeggio nel bosco, e che hanno testimoniato l’accaduto pure con alcune fotografie comparse anche sui social network come Facebook. Fa parte del Comune, come altre volte in analoghe circostanze, ci sarà ora un intervento per la rimozione dei rifiuti, che saranno trasferiti nella piazzola di raccolta differenziata. Insomma, gli sporcaccioni hanno colpiti ancora e non sarà facile rintracciarli: nel caso, rischierebbero una salata sanzione pecuniaria.

(foto da Facebook: una immagine della discarica abusiva comparsa nel bosco di Gerenzano)

30012018

8 Commenti

  1. Fotocamera trappola rimovibili. In quella zona è piuttosto frequente l’abbondono di rifiuti, specialmente negli spazi più accessibili. L’impegno dei comuni nel combattere questa piaga deve essere maggiore e la tecnologia può aiutarci. Un paio di videocamere ben posizionate e ne becchi un sacco, finché il fenomeno si riduce. Ovviamente è anche importante rimuovere celermente tutti i rifiuti (il bordo strada è pieno). Francamente mi vergogno di questo nostro paese, l’Italia, in cui a molti non sembra interessare minimamente di vivere in una discarica a cielo aperto. Le nostre aree verdi e boschive, il bordo della strada sono discariche a cielo aperto. Vergogna, incivili che non siete altro! Usate le aree attrezzate per la raccolta dei rifiuti.

  2. Associazioni ambientaliste e verdi….non pervenuti brave a parlare meno nei fatti….

    • Verdi chi sarebbero? Ma scusi non vedo cosa c’entrano le associazioni, devono pulire loro? ‘ colpa loro se gli incivili sporcano? Quando si organizzano le giornate del verde pulito, intanto, sono tra gli unici a partecipare e darsi da fare per pulire.
      Non capisco sinceramente un commento del genere. Sa che per rimuovere quel materiale serve un camion almeno? La rimozione sarà purtroppo a carico delle singole amministrazioni e quindi di tutti i cittadini, ma se la prenda con gli incivili e voncioni che sporcano!
      Se non ha presente di come funzionano le cose, forse sarebbe meglio informarsi.
      Associazioni ambientaliste sono associazioni di volontariato, prestano il proprio tempo volontariamente anche per opere di pulizia, spesso senza neanche pubblicizzarlo, altre volte per organizzare eventi o interventi come rimozione di rovi, pulizia sentieri, piantumazione alberi, installazione cassette nido per animali. Ma si ricordi che sono associazioni di volontari, quindi qualsiasi opera deve essere sempre fatta in collaborazione con gli enti preposti e con questi enti preposti si organizzano ad esempio anche giornate per la raccolta dei rifiuti, in cui vengono raccolti quintali di rifiuti! Ma non possono essere presenti su tutto il territorio e costantemente, con mezzi come camion per rimuovere tali quantitativi di rifiuti. Non sono un servizio di rimozione rifiuti. Partecipi qualche volta, prima di esprimere un commento veramente privo di senso.

      • Molto male non rendere pubblici interventi delle associazioni il percepito per molti è queste persone siano solo li per avere della visibilità, bisogna assolutamente pubblicizzare quando avvengono queste giornate di raccolta e opterei anche per incontri domenicali nei parchi per sensibilizzare la popolazione e certamente anche per rendere viva tutta la nostra bellissima zona boschiva purtroppo presa d’assalto da spacciatori e tossico dipendenti!

        • Le principali aree verdi della zona organizzano spesso questo tipo di eventi, da giornate di pulizia a escursioni nelle aree verdi, spesso in collaborazione con associazioni ambientaliste o sportive.
          Consiglio di seguire le pagine Facebook o web dei parchi del nostro territorio.
          Per Saronno, Parco del Lura
          Ma subito vicino a Saronno, Parco Mughetti (Gerenzano, Uboldo, Origgio) e Parco delle Groane (Ceriano, Garbagnate). Poco pervenuto, il Parco del Rugareto (Cislago, Rescaldina)
          Un filo più lontano ma sempre interessanti, i parchi dell’Olona, Medio e Rile-Tenore. O andando più in là il Parco del Ticino.

Comments are closed.