LIMBIATE – Ancora verifiche e ancora sanzioni: concluso il periodo di rodaggio, l’amministrazione comunale di Limbiate ha deciso la linea dura nei confronti dei trasgressori del nuovo sistema di raccolta domiciliare dei rifiuti urbani.

Negli ultimi tre giorni, sono stati una ventina i cittadini multati per non aver rispettato le regole: conferimenti nei sacchetti al posto dei sacchi blu, sacchi blu derubati del microchip, utilizzo del sacco giallo per plastica anche per l’indifferenziato, abbandoni di rifiuti nei canali o nei cestini pubblici. Martedì la situazione in via Bramante e via Tiepolo si presentava critica, così come mercoledì in via Sardegna: proprio qui hanno lavorato gli operatori alla ricerca di indizi che hanno portato all’individuazione dei responsabili. “E’ importante che tutti capiscano che ogni cittadino deve impegnarsi per l’ambiente – commenta il sindaco Antonio Romeo – perché è una questione di correttezza, civiltà e decoro. Laddove ci sono situazioni complicate, cercheremo di intervenire per favorire le esposizioni e tenteremo ancora di sensibilizzare i residenti attraverso i loro amministratori condominiali, ma non possiamo più permetterci di tollerare chi non ha intenzione di rispettare le regole”.

I dati forniti da Gelsia Ambiente stanno comunque dando ragione all’amministrazione, visto che, a tre mesi dall’avvio del sacco blu, la percentuale di raccolta differenziata (la cui media nel 2018 è stata del 73%) è salita all’82% nei mesi di dicembre 2018 e gennaio 2019, da una media nel 2018 che era invece pari al 73%%. Nel dettaglio, il comune di Limbiate ha registrato una diminuzione del 39% dei rifiuti indifferenziabili ed un aumento, di contro, dei rifiuti differenziabili: + 47% per la plastica, + 22% per l’umido e + 17% per la carta.

La percentuale degli utenti che non hanno ancora ritirato il sacco blu è del 16% del totale degli utenti Tari, segno evidente che questi ultimi non effettuano ancora la raccolta differenziata domiciliare.

07022019

(nelle foto: cumuli di rifiuti in alcune aree limbiatesi)