UBOLDO – Sabato alle 21 con la cerimonia di apertura sul piazzale della Chiesa si aprirà il Palio delle Contrade di Uboldo numero trentadue, la manifestazione più amata dagli uboldesi e il punto di riferimento di tutti gli altri palii della zona.

“I motivi per seguire questo Palio sono tantissimi – spiegano gli organizzatori – il Bell riconsegnerà il Palio al Comitato per provare nell’impresa del “triplete” dopo le affermazioni del 2017 e 2018 senza dimenticare che, se riuscisse a vincere, sarebbe la prima contrada a raggiungere quota 10 nelle vittorie. A contendere il Palio sarà il San Cosma di Massimiliano Biazzi che l’anno scorso vide sfumare all’ultima gara e per soli due punti il sogno della vittoria. Agguerriti anche i contradaioli di Taron e Lazzarett capitanati rispettivamente da Vincenzo Fiore e Michele Giorgino. Per entrambe le contrade si tratterebbe di interrompere un digiuno ormai sufficientemente lungo che dura dal 2013 e dal 2011”.

Il Comitato Palio che per la prima volta sarà guidato da una donna, Francesca Cozzi, è impaziente di iniziare dopo 9 mesi di preparativi.
Ma il Palio non è solo gioco!

Da sabato e per tutte le sere del Palio dalle 19.30 funzionerà la ristorazione e la pizzeria in oratorio. Durante la settimana, inoltre, ci saranno delle vere e proprie serate speciali: il lunedì al suo esordio la “Serata Romagnola” con i classici gnocco fritto, tortelloni e piadina. Il martedì, con la “serata al buio” anche lo chef si divertirà a stupire i palati con un menù a sorpresa. Mercoledì e giovedì i grandi ritorni con la “Serata Valtellina” con pizzoccheri e sciatt e la “Serata Pulled Pork”.

Da quest’anno ampliata anche l’animazione: Dj Daniel sarà al Palio sabato e domenica per poi ritrovarlo già dal giovedì e venerdì.
Sabato 15 sarà il turno del latino americano con “Allegria Latina” e la domenica consueta chiusura con i “Senza Confine” per la festa finale.

Grande attesa, come sempre, anche per i fuochi d’artificio che chiuderanno domenica 16 la manifestazione e che ogni anno tengono col naso all’insù migliaia di persone.

Sarà un palio tutto da vivere nel mese di giugno che vedrà poi venerdì 28 alle 21 la Santa Messa presieduta da don Carlo Leo, coadiutore dal 1994 al 2008, al suo venticinquesimo anno di sacerdozio, legatissimo al Palio poiché lui stesso ha dato nuovo impulso nel 2005 al Palio delle Contrade. Domenica 30 giugno, invece, la giornata sarà interamente dedicata a don Luigi Meda, parroco emerito di Uboldo (1975-2006), nel suo 65esimo anniversario di ordinazione sacerdotale.

05062019

1 commento

Comments are closed.