COMASCO – I militari della stazione carabinieri di Fino Mornasco e di Appiano Gentile, nell’ambito dei alcuni controlli sul fronte della prevenzione dei furti a partire da quelli in abitazione, hanno arrestato, in flagranza di reato, un comasco 56enne per il reato di furto in abitazione. L’uomo si è introdotto in un’abitazione nottetempo ma i proprietari si sono svegliati e l’hanno bloccato fino all’arrivo dei carabinieri.

Il tutto è accaduto nella serata di sabato scorso grazie alla tempestività della segnalazione del privato cittadino alla centrale operativa di Cantù (attraverso il numero unico di emergenza 112) unita all’altrettanto immediato intervento delle pattuglie operanti sul territori.

Secondo quando ricostruito dai carabinieri l’uomo si era introdotto in un’abitazione a Fino Mornasco, rovistando al suo interno e prendendo con sè portafogli, borse e denaro contante per oltre 500 euro. I padroni di casa però si sono accorti della presenza di un intruso, lo hanno messo in fuga, rincorso e momentaneamente immobilizzato, richiedendo l’intervento dei militari dell’Arma che lo hanno definitivamente bloccato e arrestato.

Con la perquisizione i carabinieri hanno trovato tutta la refurtiva, restituita ai legittimi proprietari.

Resta alta l’attenzione e l’impegno nell’attività di prevenzione e contrasto ai reati di natura predatoria sia a Como che in provincia.

10062019

1 commento

Comments are closed.