5 Commenti

  1. Presumo che molto probabilmente potevasi trattare di aerei ricognitori militari di potenze straniere che in via sperimentale usavano armi elettroniche all’epoca all’avanguardia. Per intenderci… una versione del odierno caccia bombardiere Stealth. In questo campo poi.. ognuno rimane della propria opinione ovviamente.
    Saluti

    • quando la gente non sa di cosa sta parlando….. armi elettroniche e bombardiere stealth non c’entrano una mazza uno con l’altro

  2. L’episodio è ampiamente documentato dalla CIA ( Central Intelligence Agency) e dalla NSA ( National Security Agency).
    Sono forniti i nomi dei piloti e il tipo di aereo. L’interferenza magnetica registrata mise temporaneamente fuori uso la strumentazione di bordo e le comunicazioni nel primo velivolo e successivamente, nel secondo velivolo, inibi’ i sistemi degli armamenti al momento di fare fuoco. Il documento redatto all’epoca dal Captain Henry S. Shields del US Air Force e ritenuto strettamente confidenziale fu declassificato tra il 4 e l’11 dicembre del 1981.
    Saluti

  3. Se lo dici tu… Gramman E-A 6B Prowler. Entrò in servizio nel 1975. Dotato di sistemi ECMO per il disturbo delle frequenze radar e delle telecomunicazioni e dei sistemi di bordo.
    Le famose armi elettroniche…
    Ogni azione riguarda l’uso dello spettro elettromagnetico o di energia diretta a controllare lo spettro delle emissioni radio , finalizzata all’attacco a forze nemiche, o l’impedimento di un attacco nemico tramite lo spettro elettromagnetico. Te capi’..?

Comments are closed.