GROANE – La Lega Monza e Brianza ha inaugurato un nuovo format di diretta streaming dalla pagina provinciale per un’occasione specialissima: la Festa della Lombardia. “Una data importantissima per tutti i lombardi per celebrare l’orgoglio di appartenere a una comunità unica, modello in tutta Italia e in Europa. Il leitmoitiv della conferenza – spiegano i responsabili del Carroccio – è stato l’identità lombarda nelle varie sfaccettature, del passato, ma soprattutto attuali e future. Tanti e importanti ospiti hanno arricchito il dibattito: il commissario provinciale Andrea Villa, l’esperto di lingua e cultura lombarda Alberto Rivolta, i consiglieri regionali Andrea Monti (foto), Marco Mariani, Alessandro Corbetta e l’assessore Regionale Stefano Bruno Galli. Il dibattito è stato molto avvincente e appassionante, è stato seguito da oltre 2000 visitatori in diretta”.

Molti temi sono stati trattati, dai vessilli lombardi, passando al determinismo linguistico, all’importanza del coinvolgimento delle scuole facendo infine emergere una consolidata identità lombarda anche e soprattutto in questa fase di pandemia. La conferenza si è conclusa con il brindisi di un buonissimo e amato vino locale e con l’invito del commissario Villa alla manifestazione di Matteo Salvini: “La Lega torna il 2 giugno nelle piazze di tutto il paese, noi manifesteremo nel nostro capoluogo a Monza, in piazza Duomo, una location molto identitaria e importantissima per la Brianza”. “Spunto interessante è stata la proposta condivisa da tutti di far proprio un simbolo brianzolo per costruire una nostra bandiera provinciale, tra le ipotesi la meravigliosa corona ferrea” così Valentina Besana, moderatrice della diretta.

31052020

6 Commenti

    • Anzi diciamocelo la sanità Lombarda è scivolata al 5° posto a livello nazionale. Solo tantissimi anno fa era 1°. Certo ci sono eccellenze, ma poi anche tanto che non va.

  1. Monti forse le sfugge un particolare Lei, e il suo partito, NON SIETE LA LOMBARDIA che è di tutti.

  2. Faremo festa solo quando ci ridarete l’ospedale di Saronno com’era prima delle vostre attenzioni di questi ultimi anni, non sottovalutate la cosa, la rabbia della gente sta crescendo.

  3. Fatela nei consigli di amministrazione la festa, noi abbiamo avuto 16000 morti e non si è ancora fermata

Comments are closed.