COGLIATE – È stata posata nella mattinata di mercoledì 10 febbraio la targa in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata voluta dall’amministrazione comunale per l’area del monumento ai caduti di viale Rimembranze.

La data non è scelta a caso, infatti il 10 febbraio ricorre il Giorno del Ricordo.

«Ci siamo riuniti in questo luogo per ricordare le vittime degli eccidi delle foibe e dell’esodo di grandissima parte degli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia – spiega il sindaco Andrea Basilico. Con la legge del 2004, il Parlamento italiano ha ufficialmente riconosciuto il 10 febbraio quale “Giorno del Ricordo”, con l’obiettivo di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre di origine degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Con la posa di questa targa noi vogliamo rendere onore alle vittime. Il 10 febbraio deve essere un giorno per ricordare, per raccontare, per capire e condividere la memoria dopo anni di silenzio. Non ci sono vittime di serie A o di serie B, ma solamente tragedie da ricordare affinché non possano mai più ripetersi».

10022021

1 commento

Comments are closed.