SARONNO – Anche lo scorso weekend ha fatto segnare l’ormai tradizionale “crollo” nel conteggio di tamponi e nuovi casi in Lombardia ed in Italia in generale. Dunque, poco attenibile l’aggiornamento del tardo pomeriggio di ieri. Dunque +1 a Saronno, +5 a Caronno Pertusella, +0 a Tradate e Varese, +6 a Busto Arsizio e +1 Gallarate.

Saronno: 3.020 (3.019)

Caronno Pertusella: 1.320 (1.315)

Gerenzano: 847

Tradate: 1.429

Varese: 5.370

Busto Arsizio 5.937 (5.931)

Gallarate 3.691 (3.690)

Malnate 1.395

Nel Comasco:

Turate 683

Mozzate 727 (726)

Lomazzo 771 (769)

Appiano Gentile 671

In Brianza:

Limbiate 2.872 (2.870)

Cesano Maderno 2.771 (2.767)

Cogliate 650

Ceriano Laghetto 467

Lazzate 575

Misinto 400

Monza 8.320 (8.312)

Desio 2.997 (2.992)

Seregno 3.015 (3.008)

Lissone 3.142 (3.136)

Brugherio 2.463 (2.460)

Giussano 1.874 (1.872)

Dati dunque poco attendibili, ieri, per le province locali, in relazione ai nuovi casi positivi al coronavirus che improvvisamente quasi spariscono nel Varesotto, solo +25; nel Comasco +79, mentre in Brianza sono +102. Nessuna sorpresa, capita abitualmente che nei fine settimana l’inserimento dei dati nel database regionale vada a rilento ed oggi ci sarà probabilmente un “aggiustamento”. Restano alti i dati del Milanese, +770.

A fronte di 20.571 tamponi effettuati, sono 2.135 i nuovi positivi (10,3 per cento dei tamponi effettuati). I guariti e dimessi sono 3.432. I decessi ieri in Lombardia sono stati +42 (l’altro ieri erano stati +37).


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitari.

Informazioni generali: chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al medico pediatra.

(foto archivio: al centro il presidente regionale Attilio Fontana durante una visita in zona lo scorso fine settimana)

02032021

1 commento

  1. Spettabile redazione,
    segnalo che il metodo di comunicazione dei dati da voi adottato non è chiaro: che senso ha indicare il numero totale dei contagiati da inizio pandemia, senza indicare, al contempo, il numero dei guariti/ decessi? per essere più chiari occorre indicare il numero di casi attivi: sapere che rispetto a ieri ci sia un contagiato in più non fa alcuna differenza ed aumenta la confusione.
    grazie per l’attenzione

Comments are closed.