VAREDO -E’ già passata la mezzanotte quando la pattuglia dei carabinieri di Varedo incrocia due giovani a piedi che alla vista dell’auto mostrano un sospettoso tentennamento, in particolare uno dei due tentata di gettare qualcosa a terra. Immediato e necessario l’approfondimento dei militari, che trovano nella disponibilità di quest’ultimo 18 grammi di hashish frazionati in dosi. Nessuna irregolarità riscontrata invece nei confronti dell’amico, a parte la violazione al divieto di circolazione in orario notturno nell’emergenza coronavirus.

In ragione del possesso di più dosi di stupefacente, la perquisizione veniva estesa anche nell’abitazione del giovane, un 24enne di Bovisio Masciago sino al quel momento sconosciuto dalla giustizia. E proprio all’interno della sua camera sono stati trovati oltre 200 grammi di hashish , una modica quantità di marijuana e un bilancino di precisione. E’ così scattata nei suoi confronti l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ed il giovane è stato processato per direttissima davanti al Tribunale di Monza che, in attesa di definire il processo, ha applicato nei suoi confronti l’obbligo quotidiano di presentazione in caserma.

05032021