SARONNO – Novità per il servizio per le emergenze sanitarie sul territorio. L’ultimo anno di pandemia ha messo a dura prova il personale, volontario e non, delle varie “croci”, che hanno ricevuto molte richieste di soccorso.

Nella nuova organizzazione, frutto della convenzione quadriennale con il coordinamento regionale per le emergenze sanitarie Areu, tutte sono state riconfermate: il risultato di un percorso iniziato con un bando per l’assegnazione dei servizi. L’obiettivo è di riuscire in questi momenti di crisi a mantenere la qualità del servizio.

La Croce Rossa di Saronno continua a svolgere il servizio su 24 ore, mentre a Cislago si verificherà un incremento delle ore di servizio che diventano 8 (dalle 10 alle 18), rispetto alle precedenti sei. Resta attiva anche la Croce azzurra di Caronno Pertusella con una disponibilità di 24 ore, pronta ad agire anche sul territorio di Cesate; continua anche Sos Uboldo nelle ore diurne.

Particolarmente significativa è anche la conferma del servizio di auto-infermieristica a Saronno, sperimentato nei mesi scorsi, resa ora sempre disponibile. Si tratta di un mezzo appositamente allestito per interventi di urgenza a supporto delle ambulanze, con a bordo un infermiere professionale. Lo stesso servizio è garantito anche nella vicina Brianza. Due, infatti, le vetture che opereranno in zona: una a Saronno, dalle 20 alle 8; l’altra a Misinto dalle 8 alle 20.

06082021