SARONNO – “Altro che “Nemo propheta in patria”. Il saronnese Stefano Nigro, l’orchestra Settembre Classico e l’eccellente pianista Noemí Teruel Serrano han fatto spellare le mani a circa cinquecentottanta appassionati ieri sera sabato 23 ottobre sera al Teatro Giuditta Pasta di Saronno”.

Inizia così la nota condivisa da Andrea Preti della lista Saronno Civica, lista Airoldi sindaco.

“Due ore di grande Beethoven, le corde dei violini roventi, su quelle colpite dai martelletti della tastiera del pianoforte “Picone”, avresti potuto accender la sigaretta, come in un grande film di qualche anno fa.

Due ore di musica e di passione, che un compositore sordo come Ludwig van Beethoven, ti chiedi come facesse. “Omaggio a Beethoven”, concerto gratuito dono alla Città, voluto e organizzato dall’assessorato alla Cultura.

Presenti il sindaco Augusto Airoldi, la vicesindaco Laura Succi, gli assessori Franco Casali, Domenico D’Amato e Novella Ciceroni con il presidente del consiglio comunale Pierluigi Gilli e tanta, tanta bella gente. E giovedì scorso, 160 ragazzi delle Scuole Medie Saronnesi han potuto assistere alla prova generale, ovviamente gratuita. Saronno è anche Cultura, Saronno rinasce.

2 Commenti

  1. Probabilmente il teatro Pasta dista dall’epicentro dell’emergenza sanitaria…
    Che vergogna

  2. La Ciocchina però no perché c’è emergenza sanitaria. Inventatevi una altra scusa.

Comments are closed.