SARONNO – Sabato 20 novembre a partire dalle 17 al ristorante Club House i soci del Leo Club Saronno hanno incontrato Sophia, ragazza ipovedente di 16 anni per donarle un bastone elettronico.

Il dispositivo le è stato donato dal Leo Club Saronno e consegnato da Pasquale Cammino, membro Lions Club Bramante cinque giornate e responsabile BEL. All’incontro hanno preso parte alcuni Lions della città di Saronno.

Relativamente al bastone per ciechi donato si tratta di un Bel Bastone Elettronico Lions, un’apparecchiatura che permette alle persone cieche (o ipovedenti gravi) di potersi muovere con maggiore autonomia e sicurezza, facilitandone la qualità della vita e un miglior inserimento sociale.
I Lions Clubs International, a partire dai Distret ti 108Ta1 e 108Ta2, ne sono stati i promotori in Italia.

Il principio è molto semplice; è lo stesso che usano i pipistrelli in natura, i radar in aviazione, ormai tutte le recenti automobili quando sono in retromarcia, le attuali macchine fotografiche per mettere a fuoco l’immagine. Basta “lanciare un segnale” in avanti e misurare se ritorna indietro, di rimbalzo e riflesso, un altro
segnale: vuol dire che di fronte, ad una certa distanza, vi è un ostacolo. Si possono usare “segnali di diversa natura quali raggi infrarossi, laser, ultrasuoni, ecc., ma il principio resta identico. Due i sistemi: una vibrazione (segnale tattile) oppure un suono (segnale acustico). Si preferisce, in genere, la vibrazione poiché è talora difficile, in ambie nti rumorosi quali le nostre strade o luoghi affollati, percepire bene il suono delldell’apparecchiatura. Inoltre, le persone non vedenti utilizzano spesso ll’udito per raccogliere preziose informazioni sullsull’ambiente che le circonda, ed un segnale sonoro in più emesso dalldall’apparecchiatura, potrebbe interferire con tale esigenza. È anche nota la maggiore sensibilit à tattile che si acquisisce quando, ad esempio, si è seguito un corso di linguaggio Braille.

I soci Leo si sono dimostrati emozionati dalla consegna del l’apparecchiatura e dall’incontro con Sophia e sono orgogliosi di aver completato questo obiettivo, in un anno di raccolta fondi complicato, a causa della pandemia La maggior parte degli eventi di raccolta fondi per l’acquisto del bastone sono stati fatti online, come gioch i e quiz ma comunque hanno sempre riscosso un buon successo. “Confidiamo di aver donato a Sophia un buon strumento che faciliti i suoi spostamenti”.

Si ringrazia Nicola Stilla Presidente del’ Istituito Ricerca Formazione Riabilitazione per averci aiutato, in collaborazione con unione italiana ciechi e ipovedenti, nella ricerca della persona a cui donare il bastone.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.