SARONNO – Orfani della nuvola rosa di piazzetta della Croce, a causa della morte prima e della sostituzione dei pruni tra via San Cristoforo e via Padre Monti i saronnesi amanti degli scatti colorati e “di stagone” hanno scoperto un nuovo scorcio per arricchiere il proprio profilo Instagram.

E’ l’oasi di papaveri lungo la Saronno Monza dove negli ultimi giorni le auto che sfrecciano in direzione dell’autostrada o provenienti dalla città degli amaretti vedono sempre più spesso persone sul ciglio della strada intente a fotografare. C’è infatti un angolo dei campi agricoli della zona tra Solaro e Saronno dove sono spontaneamente cresciute decine e decine di papaveri. Un’autentica macchia rossa che si nota benissimo dalla strada e che si presta ancor di più ad essere sfondo di foto o reel.

Esplorando il frazzoletto verde tempestato di puntini rossi si può ancora vedere l’erba schiacciata da chi, pur di avere lo scatto perfetto contornato dai papaveri non ha esitato a buttarsi in mezzo all’erba. Al momento sul social non sono ancora comparse le foto, forse ancora in fase di elaborazione con filtri e ritocchi, ma sono in molti gli automobilisti che sono rimasti incuriositi vendendo il backstage.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

6 Commenti

  1. Evviva ! mille papaveri rossi dove presto sorgerà un grande parcheggio a raso per servire l’ennesimo centro commerciale con annesso fast food , il tutto presentato come un grande intervento ambientale …godiamocelo per l’ultima estate

    • Ma come fa ad essere così ecologista un po’ retrò mi consenta? il centro commerciale avra i pannelli solari sul tetto, le colonnine elettriche, il ric8ircolo acqua piovana, il parcheggio con blocchetti autoserranti, un tratto di ciclabile e ci lavoreranno tanti nuovi italiani

      • Certo, ma non compensano l’impatto di un bel parcheggio in cemento, un fast-food a fianco, anonimo come tutti gli altri della catena. Un impatto visivo orribile e traffico in aumento.
        Ci passo tutti i giorni, (non sono chi ha commentato prima) e sapere che al posto di quei fiori verrà questa mostruosità mi rattrista e delude anche perché non è necessaria, poco più avanti e poco più indietro ci sono gli stessi servizi.

Comments are closed.