SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Obiettivi in comune in merito al referendum.

L’affluenza al voto, anno dopo anno, è sempre più bassa, eppure è particolarmente importante in materia di referendum abrogativo, per il quale è richiesto il raggiungimento del quorum della maggioranza degli aventi diritto per essere valido.

Obiettivi in comune decide di schierarsi per il prossimo referendum sulla Giustizia non tanto per il sì o per il no, ma per il voto e per il diritto all’informazione.

I fattori che influenzano il “non voto” sono tanti, in primo luogo proprio la carenza di conoscenza dei quesiti: per molti spesso l’unica fonte d’informazione sono i salotti politici televisivi, dove le parti in causa urlano le proprie ragioni senza lasciare spazio alla dialettica e ad un confronto approfondito sui contenuti.

Per promuovere un’adesione al voto consapevole, Obiettivi in Comune propone martedì 31 maggio nell’aula Magna della scuola Aldo Moro di Saronno un dibattito tra il magistrato Adet Tony Novik e l’avvocato e docente dell’universitá L.I.U.C Paolo Della Vedova.

I relatori analizzeranno i pro e i contro delle due posizioni, snocciolando così la materia dei cinque quesiti referendari che andremo a votare il 12 giugno.

L’incontro sarà anche l’occasione per incontrare e conoscere Obiettivi in Comune, realtà nata per unire ed aiutare le liste civiche del territorio, lontane dalle logiche partitiche, ma vicine ad una politica con la P maiuscola, che abbia come Obiettivo l’attenzione al territorio ed ai suoi cittadini.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn