SARONNO – E’ stata una mattinata movimentata quella di ieri al mercato cittadino dove si sono registrati diversi attimi di tensione tra gli anarchici, che gravitano intorno al centro sociale Telos, e gli agenti del comando di polizia locale.

Da qualche tempo gli attivisti organizzano delle attività di sensibilizzazione tra gli stand degli ambulanti tra via Carlo Porta e via Pagani. Settimana scorsa, ad esempio, con banchetto e striscione hanno distribuito volantini a tema antifascista ai passanti. Proprio per quest’attività sono state emesse a carico di due ragazzi multe del comando di polizia locale: 50 euro a testa per occupazione abusiva di suolo pubblico. Ed è anche arrivata la segnalazione alle autorità competenti per la presenza di un giovane sottoposto ad un provvedimento restrittivo che gli impedisce di tornare a Saronno.

Ieri mattina gli anarchici sono arrivati, intorno alle 10,30, carichi di piccoli foglietti con slogan come “odia la polizia locale” e “insulta chi ti multa”. Proprio questi mini-volantini grandi come biglietti da visita sono stati lanciati addosso ad una pattuglia in via Pagani. Gli agenti hanno cercato di identificare due degli otto anarchici presenti ma questi non hanno esibito documenti. Un episodio analogo è avvenuto poco dopo ad un’altra pattuglia e, sempre secondo la ricostruzione fornita dalle autorità, sarebbe stata lanciata anche una prugna contro il mezzo in sosta in via Pagani.

La vicenda, che ha suscitato molto sconcerto tra i clienti e gli ambulanti presenti al mercato, avrà strascichi legali. Alcuni dei partecipanti ai diversi episodi sono stati identificati e la loro posizione è al vaglio: il comando di piazza Repubblica sta prendendo in esame il rifiuto di esibire i documenti ma anche il reato di adunata sediziosa. Tre dei presenti hanno a proprio carico un foglio di via e sono quindi stati subito segnalati alle autorità competenti.

12102017

6 COMMENTI

  1. Il problema è che odiano tutti…a prescindere…
    Anche quando sollevano un problema di carattere sociale (casi sfitte, affitti alti, poca solidarietà sociale) che meritano un confronto democratico non hanno nessun mezzo legale per portare avanti le loro battaglie.
    Fa comodo attaccarsi abusivamente alle condutture del gas e dell’acqua…
    Parlano di legalità ma alla fine non ne vedo tanta….
    Ancora con i proclami antifascisti…

    • Gli anarchici non parlano di legalità. Parlano di prendersi ciò che spetta di diritto, indipendentemente da leggi che incatenano l’individuo. Ovviamente non si parla delle leggi basilari contro omicidio e atti nocivi alla comunità, ma (soprattutto) dei cosiddetti “crimini senza vittima”, regole imposte non perché stanno bene a tutti ma perché fanno comodo a chi il potere lo detiene. Anarchia è sovvertire questo intero ordine.

    • Un anarchico odia chi impone il proprio pensiero ad un altro,odian chi usa la violenza per mantenere un ordine,una anarchico usa la “violenza” per eliminare tutto questo

  2. BASTA TELOOOOSSS! Sono delinquenti, vanno fermati! Intanto le vie Porta e Pagani si sono riempite di scritte deliranti, chiediamo al Comune di provvedere alla pulizia. Grazie.

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome