Home Basket Basket C Gold: una giovane Robur vince il derby con Cislago

Basket C Gold: una giovane Robur vince il derby con Cislago

203
0

Cislago – Aria di derby al PalaStazione di Cislago per un 2018 che, per la iMO Robur Basket Saronno, era già cominciato in salita dopo la sconfitta casalinga con Vigevano. La squadra di Bianchi ha le rotazioni limitate (fuori Mariani – da inizio anno -, Furlanetto e Danelutti – assenze dell’ultima ora) ma deve assolutamente vincere, mentre dall’altra parte non è arruolabile Ponzelletti e Caffarra ha lasciato la truppa a fine 2017. L’inizio non è dei migliori, anzi, Saronno è sempre costretta all’inseguimento. Cislago vive di un avvio straordinario di Cattaneo (11 punti dei 23 complessivi nel primo quarto) e chiude avanti 21-14 con il tiro di Grampa allo scadere. Nel secondo quarto la Robur dà un’accelerata al suo match con i giovani Banfi e Tresso (miglior partita stagionale e prima doppia cifra in carriera con 11 punti per il classe 2000) e con la produttività di Gurioli e Politi. Al 20′ è 37-38. Cislago non molla e anzi rimette la testa avanti con un parziale di 5-0; la partita continua punto a punto. Le rotazioni scarne portano coach Bianchi per tanti minuti consecutivi ad un quintetto inedito oltre che assolutamente atipico con Banfi (’98) da play, Dhaoui e Tresso da esterni (entrambi del 2000), Gurioli come unico esponente dei titolari e De Piccoli (’74) da lungo. Saronno non va sotto e anzi tiene bene il campo fino al 59-64 del 35′; qua entrano in scena Cacciani con la tripla e Novati che segna due tiri consecutivi. Sul 60-68 a 2 minuti dalla fine sembra tutto deciso, ma la iMO butta vita tre palloni consecutivi in attacco e subisce il parziale di 8-1 per il 68-69 con 6 punti di Grampa, gli ultimi due dei quali sui liberi a 4 secondi dalla fine (punteggio di 66-69) per fallo di Novati, scelta obbligata per evitare di subire eventualmente la tripla del pari. Negli ultimi istanti non manca la freddezza dalla lunetta e capitan Leva la chiude nel giro di liberi conclusivo. Vittoria sudata, fin troppo, per Saronno, che ora deve concentrarsi sulla difficile trasferta di Mortara (sabato 13 ore 21) a casa di un Battaglia che nell’ultimo turno è stato capace di battere la vicecapolista Gazzada. Per Cislago invece il campionato, alla rincorsa dell’ottavo posto, riprende da Nerviano domenica 14 alle 18

(foto di repertorio)

08012018