CARONNO PERTUSELLA – Ha interessato anche Caronno Pertusella l’operazione della polizia di Stato, che nei giorni scorsi ha eseguito a Monza, nell’ambito di attività d’indagine iniziata nel 2016 nell’hinterland, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre uomini ed una donna agli arresti domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti. Diciotto i denunciati a piede libero, tutti italiani ed alcuni residenti a Caronno Pertusella.

Gli investigatori hanno individuato il gruppo di spacciatori e, a seguito di perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto e sequestrato circa 164 mila euro in contanti, droga, orologi Rolex su cui sono in corso accertamenti, una pistola semiautomatica calibro 9 con relativo munizionamento risultata parte di un “lotto” di armi rubate, nascosta invece all’interno di un calcio balilla in giardino, una pistola scacciacani priva di tappo rosso e infine, dietro la stufa a pellet in soggiorno, una nicchia ricavata nella decorazione a mattoncini della parete, evidente nascondiglio per la droga o per le armi. Un vero e proprio bunker sorvegliato all’esterno anche da telecamere piazzate su tutto il perimetro della villetta, collegato ad un sistema di videosorveglianza posto all’ingresso dell’abitazione.

14092018