SARONNO – “Sono stato felice nel ritirare la mia candidatura alle primarie del Pdl dopo aver sentito il Presidente Silvio Berlusconi prendere in esame la possibilità di ritornare in campo come candidato premier del centrodestra. Come ha dichiarato l’amico Senatore Mario Mantovani, solamente l’esperienza di Silvio e il suo grande carisma possono far ripartire l’Italia”.

Così Luciano Silighini Garagnani, presidente del gruppo Lombardia Promotori della Libertà (www.promotoridellaliberta-lombardia.it) annuncia il ritiro della propria candidatura per la quale solo qualche settimana va aveva inviato 10 mila firme raccolte in 8 regioni italiane.

“Ora serve chiudere l’esperienza col governo Monti che ha disatteso le aspettative che gli avevamo dato il giorno in cui Berlusconi ha lasciato la guida del Governo. Bisogna ripartire da Berlusconi perché lui è il nostro unico leader, il passato, il presente ed il prossimo futuro dei moderati Italiani”. Un new deal di cui il saronnese produttore e regista di Sky sarà protagonista.

“Dal conto nostro da oggi chiamo a raccolta le persone di buona volontà che vogliono impegnarsi per il rilancio della politica vera sul territorio. La provincia di Varese e di Como saranno l’ala dove concentreremo la nostra attività di rilancio del centrodestra all’interno della circoscrizione elettorale Lombardia2″.

Il saronnese si è già rimboccato le mani partendo con un incontro con l’europarlamentare Lara Comi:”Ci siamo trovati d’accordo su molti punti ed insieme a lei e alle forze giovani che il nostro presidente Silvio Berlusconi ci richiede, porteremo linfa nuova e vitale alla nuova grande e forte casa dei moderati Italiani che a Strasburgo si chiama Partito Popolare Europeo!”

E Silighini pensa che la città degli amaretti possa essere il fulcro della rinascita:”E Saronno, crocevia fra Milano, Varese, Como e Monza sarà il laboratorio nel quale mettere le basi per creare il Ppe Italiano”
Presidente Gruppo Lombardia PROMOTORI DELLA LIBERTA’ www.promotoridellaliberta-lombardia.it