Barbara Sassi e Roberto Sormani (Lav Saronno)CISLAGO – Ha preso il via nei giorni scorsi all’Ufficio diritti degli animali del Comune il programma di microchippatura gratuita cani e gatti: possono accedere al servizio gli animali che sono di proprietà di persone residenti nel comune di Cislago.

Il progetto terminerà a giugno, per dare a tutti l’opportunità di mettersi in regola con le leggi vigenti in tema di anagrafe canina e di essere da stimolo per instaurare quella felina.

Non a caso infatti il titolo dell”iniziativa “Chi perde un amico perde un tesoro”, serve da riflessione sulla possibilità, non remota, che un “allontamento” diventi una perdita definitiva, in quanto la mancanza di microchip non permette di risalire al legittimo proprietario del quattrozampe smarrito.

“Il microchip – spiegano i volontari della Lega antivivisezione, che gestino lo sportello animali in Municipio a Cislago – ha permesso negli anni una drastica riduzione sul territorio del fenomeno del randagismo canino. Applicato anche ai felini domestici conterrebbe nel breve periodo le ansie di tante famiglie che chiamano l’ Uda, Ufficio diritti degli animali, e affiggono volantini perchè “Fuffy” non è rientrato, in quanto con un lettore apposito un veterinario accreditato o un operatore Uda avviserebbe direttamente del ritrovamento del beneamato”.

L’iniziativa è gratuita “per essere sempre più vicini ai cittadini con un servizio volto alla tutela degli animali di affezione, nata dall’ operosità dell’ Uda che da un quinquennio vigila sul territorio cislaghese, grazie a un’ Amministrazione civica virtuosa”.

07/02/13