SARONNO – L’auto ha fatto perno sul cordolo del marciapiede e si è ribaltata trascinando con sè e sradicando ben 15 paletti parapedoni. E’ lo spaventoso incidente avvenuto nella notte tra sabato e domenica in via Primo Maggio proprio davanti ad una pattuglia di carabinieri che stava effettuando i controlli.

Erano da poco passate le 4 quando i militari, provenienti da corso Italia, hanno imboccato il sottopassaggio in direzione del teatro vedendo in lontananza un’Opel Corsa arrivare ad alta velocità dalla direzione opposta. Proprio davanti alla gazzella il 24enne a bordo dell’utilitaria ha perso il controllo dell’auto ha invaso l’altra corsia colpendo il marciapiede sul lato opposto, capottandosi e sradicando 15 paletti parapedoni.

Il ragazzo se l’ha cavata senza gravi conseguenze ma l’auto è seriamente danneggiata così come i paletti e le insegne pubblicitarie sul marciapiede. Oltre a rifondere i danni all’Amministrazione il ragazzo, residente a Castiglione Olona, dovrà pagare una maxi multa da 1054 euro e dire addio a dieci punti della patente che gli è stata subito ritirata. Sottoponendolo all’alcoltest, infatti, i militari hanno scoperto che il suo tasso alcolemico era di 0,8 grammi di alcool per litro di sangue quando il limite tollerato dalla legge per mettersi al volante è di 0,5.

18022013

7 Commenti

  1. Ok poco fuori dal limite ma non credo sia avvenuto per quello..in quel sottopasso ci siamo capottati anche io e il mio fidanzato perché un pedone ci ha tagliato la strada e nel evitarlo abbiamo sbandato sul tombino e detto addio alla macchina.un ragazzo in motorino ha perso la vita e tutti i giorni centinaia di biciclette e moto rischiano lo stesso.io mi farei2domande..

  2. e di grazia come avrebbe fatto a distruggere 15 paletti, che vuol dire tra i 20 e i 30 metri??? andando piano??? la fortuna ha voluto che fossero le quattro e non ci fossero pedonii in giro.

    • ti assicuro che è questione di secondi e non per tutti centra l alcool. nessuno dice che ha ragione, ma che ci vorrebbe un dosso magari per far rallentare giovani inesperti. qualche controllo in più per i pedoni (per lo più ragazzi) che ogni giorni attraversano in curva nel sottopasso. e se arrivasse un ragazzo fresco di patente in una giornata di pioggia, frenasse all’ improvviso per evitare uno di questi cosa succederebbe???

  3. in quel sottopasso bisogna andare piano, perchè non c’è una doppia sicurezza ridondante per tutto nella vita.

  4. Tasso alcolemico fuori norma, velocità elevata. Ecco le conseguenze, fortuntamente non si è fatto male né lui né nessun altro ma bisogna sempre riflettere: a che pro andare forte? Se si rispettano i limiti non è possibile capottarsi, perché anche in caso di pedone o animale, si riesce a frenare. I limiti non sono una cosa così messa tanto per mettere soprattutto in ambito urbano dove vengono calcolati proprio per poter rispondere con prontezza a ogni necessità. Non sono quei cinque minuti che guadagnerete andando più forte o sorpassando quando non si può che vi cambieranno la vita, ma esattamente il contrario! Bisogna pensarci di più. Altra cosa: molti non sanno guidare ad alta velocità. Le reazioni di una vettura a velocità eccessiva per la vettura o comunque elevata non sono sempre facili da controllare se non si ha la padronanza del veicolo a tali velocità. Tanti si dichiarano guidatori provetti ma quando succede una situazione di questo genere non sanno cosa fare. Quindi, almeno fatevi un corso di guida sicura, capirete cosa vuol dire perdere il controllo del veicolo e in alcuni casi (come ghiaccio, asfalto bagnato, ecc.) impararete a riprenderene il controllo (non per forza la velocità è sempre responsabile).

  5. Le auto sono fondamentali per la nostra vita, ma possono diventare delle armi. Bastano atti d’imprudenza di un singolo per stroncare delle vite, e fortuna davvero che questo non abbia incontrato nessuno sulla sua strada.

    È un comportamento da pirata, anche se non è morto nessuno.

    Come scritto nel primo commento, il sottopassaggio è uno dei punti più pericolosi di Saronno: ci passano auto, mezzi pubblici e bici.

    Punto primo: andare piano. Peraltro la strada ha un limite a 30 km\h. Ma anche a 50 non svelli tutta quella roba.

Comments are closed.