GERENZANO – Ancora non c’è neppure il progetto, ma la nuova ipotetica piscina di Gerenzano continua a fare discutere.

saronno piscina interna

Se n’è parlato in questi giorni anche nel corso di una conferenza stampa indetta in Municipio dalla Giunta comunale, al gran completo.

“Siamo decisi a cogliere al volo tutte le opportunità che possano migliorare la qualità della vita e la piscina rientra in questa ottica – ha esordito il sindaco, Ivano Campi – Sarebbe un importante servizio da dare. Da parte dei partiti di minoranza, perà, abbiamo sinora sentito soltanto critiche, tutt’altro che costruttive ma che sono apparse finalizzate soltanto a gettare fango ed alzare polveroni. Per questo abbiamo convocato i giornalisti, per fare chiarezza. Azzeriamo e ripartiamo”.

La parola quindi al vicesindaco, Pierangelo Borghi:”Partiamo dal vecchio progetto della Lega Nord, per piscine “scoperte e coperte”. Gli atti comunali parlano da soli, guardando le planimetrie la piscina coperta non si trova e l’impianto non era previsto come riscaldato, e infatti se ne ipotizzava l’apertura per 120 giorni l’anno. Insomma, era una cosa del tutto diversa rispetto a quella che stiamo invece noi promuovendo”.

ivano campi

Ha proseguito Borghi:”Il nostro bando ha ora previsto requisiti minimi, base di ogni discussione con i privati che fossero interessati a compiere questo intervento, a costo zero per il Comune. La richiesta è di realizzare una struttura con almeno tre corsie e calibrata su una possibile utenza di 22 mila persone, Gerenzano e circondario, pensando soprattutto ad anziani e giovani. Nel 2008 si parlava di un intervento da più di 8 milioni di euro, nel 2010 si era passati a 5 milioni, noi ipotizziamo un costo, ma sempre a carico del privato, di un milione e mezzo, per un progetto realizzabile in un anno solare”.

Da parte del sindaco Campi una “bacchettata” anche a Gerenzano democratica, lista d’opposizione di Centrosinistra:”Ci attaccano in un volantino, dicendo che la piscina è lo specchietto allodole per altro. Se sanno I interessi privati andiamo insieme in procura a presentare un esposto, altrimenti li invito a rettificare. Mi aspetto delle scuse”.

Infine l’assessore al Bilancio, Stefano Viotti:”Rispetto al passato, la bozza di convenzione per il progetto 2012 è un qualcosa di molto differente e senza esporre il Comune ad alcun rischio economico”.

280213