SARONNO – Una sfida avvincente con match combattutissimi e mozzafiato che ha consegnato la vittoria al giovanissimo Luca Moroni jr che ha conquistato anche il titolo di maestro entrando nella storia italiana ad aver conquistato questo traguardo.

Ecco l’avvicente cronaca di una competizione che ha saputo stupire, emozionare e coinvolgere il pubblico.

E’ iniziata domenica mattina la giornata finale del Campionato regionale di scacchi, in svolgimento da 2 giorni nella sala consiliare di Saronno, in piazzale Santuario e nei locali annessi dell’Università dell’Insubria.
Un giocatore solo al comando, il torinese, fra tanti lombardi, Francesco Sorcinelli a punteggio pieno. Ma il leader deve stare attento ai sei inseguitori a mezzo punto e ai nove giocatori a un punto.
Fra questi sicuramente il vincitore del torneo e il campione regionale.

Ormai fuori dai giochi può considerarsi il maestro Daniele Lapicirella, che un tamponamento stradale mentre si recava alla sede di gioco per il turno pomeridiano, ha costretto a dare forfait, lasciando il punto e ritrovandosi a 1 punto e mezzo, lontano dai primi. La sportività sua e di chi normalmente pratica questo gioco, lo vede al tavolo per il turno 4, tentando il tutto per tutto fino in fondo.

Negli immediati inseguitori si fa luce la pattuglia della Brianza comasca di Mariano C. con Berni, Bernasconi e Guzzetti, la completano il campione di Monza Brianza Moroni, il milanese Damia e il “vigevanese” top rating Genocchio, che affronterà Berni.

Nella partite centrali vicende alterne un po’ per tutti, mentre in coda ancora 3 giocatori a quota zero e 4 a solo mezzo punto avranno oggi le ultime due occasioni per “tirarsi su”.
Il tutto per un’avvincente campionato, ancora tutto da raccontare e da scrivere per l’assegnazione dei prime che questa mattina fanno bella mostra nella sala gioco.

Ore 16
L’ultimo turno inizia con il ribaltamento radicale della classifica di sabato.
Nove i giocatori potenzialmente ancora in grado di vincere titolo e torneo. Nessuno a punteggio pieno e compresi in mezzo punto, tre a 3,5 e sei a 3 punti.

Le maggiori possibilità sono dei tre capiclassifica: Genocchio, il favorito per il maggior punteggio di partenza, Damia autore di un torneo regolare e il giovane Luca Moroni jr mascotte del circolo organizzatore, a cui un buon risultato permetterebbe di diventare “maestro nazionale” di questo gioco, il più giovane della storia scacchistica italiana.

In attesa della ricca premiazione, il pubblico ha gradito sempre maggiormente il torneo. Di passaggio anche Cecilia Cavaterra assessore del comune di Saronno, che ha apprezzato la manifestazione mentre era nel suo pieno svolgimento.
Un grazie anche allo staff arbitrale, capitanato dall’arbitro Fide Gabriele Carbonari di fresca nomina internazionale; puntuale e presente oltre che disponibile con pubblico e giocatori.

Ore 21
Il torneo si è concluso in quest’ora tardissima. Tre giocatori a 3,5 punti, di cui due si scontrano direttamente, il terzo, il piccolo Moroni, vince con apparente facilità su un Damia imbattuto e deciso, ma disattento a un doppio di cavallo in cui ci lascia la dama. E’ l’apoteosi di Luca: è maestro e forse vince torneo e titolo. Bisogna aspettare il match Genocchio – Sbarra. Una vittoria del primo potrebbe relegarlo al secondo posto e la festa sarebbe un po’ meno festa.
Dopo 5 ore Sbarra ha due pedoni di vantaggio, ma bisogna dare scacco matto. Nel frattempo gli spettatori aumentano anche se è ora di cena. Dirigenti regionali e federali quali Saccani e Giulio Borgo, responsabile tecnico federale e mentore di Moroni, si appassionano in religioso silenzio ad ogni fase finale della partita.
Un finale lunghissimo, spasmodico, teso, come lo è il gioco degli scacchi.

Chi perderà avrà un macigno dentro da digerire, chi vincerà non avrà nemmeno la forza di alzare il braccio per la stanchezza.
Alla fine, quando sono trascorse cinque ore e mezza e 121 mosse (un record!) dal via del turno pomeridiano arriva il responso della partita (patta per stallo) del torneo (vince Luca Moroni jr ) e del vincitore del titolo di Campione Lombardo: sempre lui: Luca Moroni jr
Gli fanno corona la campionessa femminile Carla Fantina e quello under 20, Jacopo Motola. Tutte le classifiche i risultati e le statistiche sul sito

http://vesus.org/results/camp-reg-lombardo-2013-assolutofemminileunder20/