carabinieri notteSARONNO – Sono scattate nelle ultime ore, al termine di una complessa indagine, le denunce a carico di 38 giovani accusati di invasione di terreno privato per la loro partecipazione al rave party che ha animato i boschi del Saronnese nella notte tra il 4 e il 5 agosto scorso.

A finire nei guai sono stati tre minorenni di nazionalità italiana e 35 maggiorenni, età massima trent’anni, tra cui quattro extracomunitari originari del Brasile e della Tunisia. Oltre ad un nutrito gruppo di saronnesi alla festa hanno partecipato ragazzi e ragazze arrivate dalle province di Verona, Bergamo, Cremona e Lodi ed anche alcuni legnanesi.

Il rave era stato organizzato sul web dove un annuncio con una stringata descrizione del luogo di ritrovo al confine tra Caronno Pertusella, Origgio e Saronno ha iniziato a circolare qualche giorno prima della festa. I partecipanti, in tutto una quindicina di auto, sono arrivati a sera inoltrata e nel giro di poche ore l’area verde è stata invasa dalla musica a tutto volume.

Complice la lontananza dalle case ne i residenti di Caronno Pertusella ne quelli di Origgio si sono accorti di nulla. A far scattare l’allarme sono stati gli automobilisti di passaggio sull’autostrada che hanno visto le luci nel boschi ed hanno allertato i carabinieri che hanno avviato le indagini che hanno portato alle denunce. Una doccia fredda per i ragazzi che allontanatisi alle prime luci del mattina pensavano ormai di averla fatta franca. 

Non è la prima volta che i boschi del Saronnese vengono scelti come location per rave party: lo scorso giugno, ad esempio, un gruppo di ragazzi stava organizzando un appuntamento alla periferia d’Uboldo ma i militari hanno intercettato le comunicazioni sul web e presidiando la location hanno fatto saltare l’evento.

20 Commenti

  1. Fatta franca? Ma mica hanno rubato al supermercato, si son trovati tra amici per ascoltare della musica e ballare. Ma che reato sarebbe? Non hanno disturbato nessuno, e dall’articolo non si parla nemmeno di aver sporcato. E allora perchè, quale è il problema?
    Leggi assurde per impedire alla gente di vivere liberamente la propria vita. Ringraziano discoteche, pub, locali vari e chi specula sul divertimento.

    • Ma come si fa a dire qual è il problema?
      Primo: se vogliono organizzare una festa, scelgano un terreno di loro proprietà o almeno chiedano il consenso del proprietario.
      Secondo: gli spazi naturali sono popolati da una fauna selvatica, tra l’altro protetta dalla legge. Non si può pensare di andare di notte in un bosco e far andare la musica a palla.
      Terzo: spesso volentieri anche in molte strade di campagna è vietato l’accesso a veicoli a motore.
      Quarto: ci sono precise norme sul rumore, sull’impiantisca, smaltimento dei rifiuti, presenza di servizi pubblici, eccetera.

      Ripeto nessuno vieta a nessuno di festeggiare, ma vanno rispettate le regole più elementari, dal rispetto della proprietà privata, al rispetto delle aree naturali, alle norme sanitaria, ecc.

      La mattina dopo sarebbe stato tutto pulito e perfetto, vero? Un bosco o un campo a cui accedono centinaia di persone e auto, la mattina dopo sarebbe stato identico allo stato originario? Non credo proprio.

  2. dai su, qui sto’ Fede è stato abituato (tollerato) persino a farla franca nell’okkupare stabili comunali …che vuoi che sia un terreno agricolo?
    poi sempre con questa scusa del “lasciare” tutto a posto e pulito. Ma per i rifiuti si paga una tassa ..io la pago cara e sarà ancora più salata per casa mia ..loro no! in definitiva ….e IO PAGO!
    Assolti comunque perché la colpa, non è loro, ma di chi glielo permette. E a loro va bene così, ma a me NO!

    • Com’è il motto? OCCUPARE E’ GIUSTO!!! Uno di sti giorni facciamo un rave party da voi, io e Il Saronnese ne abbiamo di gente da portare. Porro OVVIAMENTE è invitato. So che appena sente OCCUPARE ABUSIVAMENTE non sta nella pelle. :-)!!!

      • Caro Saronnese, caro Lorenzo, caro Pastore, vi avrei risposto, ma pare già le parole dell’organizzatrice abbiano messo in evidenza come ciò che avete scritto non siano altro che parole al vento. Speriamo il vento le disperda in fretta, prima che le vostre figuracce e la vostra pochezza argomentativa vi debba mettere eccessivamente in imbarazzo. Dai, su, riprovateci, così posso rispondervi senza sentirmi di star sparando sull’ambulanza.

        • Fede , le “belle” parole di Ilaria non hanno fatto altro che confermare quanto espresso da Il Saronnese e altri.
          “DENUNCIATI 38 ragazzi” : una festa movimentata nel rispetto delle norme !!

  3. Se il terreno è privato, si doveva chiiedere il permesso al proprietario, se del Comune al Comune. Questi del rave party da chi hanno avutoo il permesso? Credo da nessuno. Tra poco ci troveremo un rave party in casa e dovremo star zitti e poi zitti zitti riipulire i resti del festino. Ci piacerebbe?? NO NO E POI NO

  4. buongiorno,
    chi parla è quella stronza e incivile che ha pensato di organizzare la festa nei boschi di Origgio.-specifico che x noi quello è territorio di nerviano e noi siamo dei giovani nervianesi-
    ci tengo a precisare come di norma che queste feste sono feste e non rave,no durano 8 giorni non ci sono camper,non ci sono persone moribonde che vagano senza meta e non c’è inciviltà.
    chiedo a quelli che sputano merda di partecipare prima di parlare x niente.
    quel campo dove si è organizzata la festa è di proprietà di un nostro conoscente, che sa per bene ciò che facciamo e non ha alcun problema a riguardo,quindi il permesso verbale di fare ciò che facciamo lo abbiamo, e ci stiamo preoccupando di farlo mettere anche nero su bianco in modo da poter avere prova concreta di ciò che diciamo.
    discorso immondizia: noi amiamo i nostri boschi, ci siamo cresciuti e li viviamo, per questo ci teniamo a lasciare DAVVERO tutto come lo abbiamo trovato, IO PERSONALMENTE mi preoccupo la mattina seguente di raccogliere anche ogni singolo mozzicone di sigaretta, sia dove siamo stati noi sia nei dintorni quindi se nn ne avete la certezza di questo è preferibile stare zitti!e forse è meglio lamentarsi x le mezze discariche di rifiuti abbandonati ai vari ingressi dei boschi, e ti assicuro che non siamo noi ad abbandonare divani e lavatrici,per quanto riguarda il fatto che tu paghi la tassa ,ci tengo a renderti partecipe che la pago anche io , caro il saronnese, quando ammucchiamo i sacchi di immondizia mi preoccupo sempre personalmente di smaltirli nei miei cassonetti, posso?visto che pago la tassa alla gesem come la paghi tu quindi tu nn stai pagando nulla x la mia festa o sbaglio?
    e poi discorso sicurezza e bla bla bla vari fatti da lorenzo, è una festa tra amici, come saprai se non si superano le 50 persone la legge non prevede ne ambulanza ne uscite di sicurezza ne servizio buttafuori.
    facciamo le cose in regola nel limite del possibile, e se ci dessero l possibilità ci piacerebbe fare le cose ancora piu in grande e piu in regola,sono 7 anni che lo facciamo,e abbiamo chiesto ai vari comuni come bisogna muoversi x legalizzare il tutto, ci è stato risposto che si fa prima a montare la sera e smontare al mattino!! rispettiamo il posto e la gente,la musica non da fastidio a nessuno, probabilmente tutto questo tam tam è dato da uno smistamento sbagliato di telefonate alle caserme. noi di norma avvisiamo tutte le forze dell ordine, tant’è che la sera stessa la pattuglia di parabiago è passata a vedere se ci stavamo comportando bene!quindi?l abbiamo fatta franca??l ha fatta franca un rapinatore che è ancora in giro libero, non io che organizzo una festa e mi arriva una denuncia x occupazione di suolo!xche al posto di denunciare e fare articoli cosi distanti dalla realtà, non parlate del problema extracomunitari che spacciano qualsiasi sostanza a pochi metri da dove eravamo noi?xche non fate un articolo su come sono minacciosi con noi del posto quando andiamo nei nostri boschi a giocare coi bimbi o a fare i giri in bicicletta?xche non mettete la foto delle loro facce con il macete e coltelli alla mano quando cercavano di cacciarci dalle nostre campagne? troppo difficile vero? rimango a disposizione x qualsiasi chiarimento!ma ci tenevo a precisare dalla nostra come funziona, e ad averla fatta franca non siamo noi e nemmeno voi, ma loro!complimenti x le belle parole spese! Vi Phate nei Bush-

    • ” x noi e’ territorio di Nerviano e noi siamo giovani nervianesi”… Un nuovo stato sovrano con le sue leggi!

    • Cara Ilaria, bene le tue precisazioni, ma a quanto pare, almeno leggendo l’articolo, sembrano del tutto insufficienti a dimostrare quanto asserito, tant’è che sono scattate le denunce: le conclusioni le tirerà un giudice, certo non io. Sul l’ha fatta franca e la parte finale del tuo intervento, se è così come asserisci, visti i tuoi buoni rapporti con la pattuglia di Parabiago, credo che se chiedi a loro, possano cercare di risolvere il problema.

  5. ciao sono davide ragazzo di ilaria nonchè creatore della festa e parte dello staff di 12 persone che la compongono… per l’anonimo..invece di nasconderti dietro frasi fatte prive di senso pensando di essere ironico ma risultando privo di ironia magari qualche commento intelligente sarebbe più gradito…mentre se leggete bene l’articolo le denuncie sono partite perchè neanche le forze dell’ordine sapevano cosa dovevano fare in quel momento e infatti l’articolo è uscito un mese dopo ad indagini finite…finite con un nulla di fatto infatti non abbiamo dato disturbo a nessuno dato la lontananza dalle case…non abbiamo arrecato nessun danno a flora e fauna..pulendo tutto…al massimo un pò di erba schiacciata…nessuno si è accorto di noi tranne le luci dall’autostrada?? peccato che i carabinieri sono arrivati alle 10 del mattino con sole già bello alto e comunque i 46 denunciati..e non 35 come si dice saranno tutti assolti…cit. “avvocati vari” il fatto non sussiste e decade tutto avendo un ok verbale e ora anche scritto del padrone de campo convalidato dal fatto che i carabinieri di nerviano, di cerro maggiore e di parabiago erano a conoscenza della festa e hanno il mio numero di telefono e nome per qualsiasi cosa…quindi si torna sempre sullo stesso punto ..prima di parlare bisogna informarsi…sicuramente tutta questa pubblicità farà bene alla prossima festa..verrà il doppio della gente…se non il triplo… perchè non venite a farvi un giro e vedete cosa costruiamo…solo bella gente e buone vibrazioni se non siete bella gente e non portate buone vibrazioni state a casa…forse non avete ben capito che noi facciamo festicciole tra amici con il semplice gusto e fine del divertimento..non ci facciamo soldi ma ci facciamo un gran culo solo per divertirci tutti insieme senza lucro…il vero problema..quello di cui si dovrebbero scrivere articoli non siamo noi che facciamo feste in un bosco ma la miriade di marocchini che ci spacciano in quel bosco minacciandoci con coltelli pistole e machete ogni volta che entriamo e dato che quelli sono i boschetti dove siamo cresciuti in bicicletta da piccoli mi sento in dovere di tutelarli..tenerli puliti…e aiutare le forze dell’ordine ad estirpare la marmaglia…per poterci entrare con mio figlio e con il cane senza problemi..non importa se di origgio di nerviano o di chicchessia io tutelo il mio boschetto…cosa che voi saronnese e gente varia sicuramente non fate, pagando la vostra tassa della spazzatura vi sentite a posto..perchè non vi mettete una pettorina arancione come faccio io una domenica si e una no e venite con me dentro il bosco a pulire la merda che lascia la gente???? vi aspetto…ci vediamo domenica mattina?? via guareschi nerviano…l’ingresso è solo da lì..anche per entrare nella parte sotto il territorio di origgio…

    • caro Davide, ragazzo di Ilaria, non avermene anche tu, ma qui si stava solo commentando un articolo, e come potrai ben capire, le notizie si apprendono da lì. Bene, ancor meglio altre tue precisazioni, e come potrai ben capire la mia linea è quella da sempre della difesa del territorio, quindi sono con te quando enfatizzi che il problema non è quello della musica ..dei rave, così come scritto nell’articolo, ma altro! Io vado per boschi, con il mio cagnolino, che non fa timore a nessuno ..è uno yorkshire terrier toy, e quelle problematiche che voi lamentate, le ho viste e le vedo tutte anche qui nel saronnese, se prendo sentieri poco battuti, se invece vado al parco lura mi sento relativamente più tranquillo in determinati orari. Sotto questo aspetto, sinceramente sono con voi, certo che alla mia età, non ci passerei una nottata nei boschi come fate voi. Quindi, da parte mia …la mano è tesa. 🙂

      • Appunto che si stava commentando l’articolo su una cosa che organizzo sto replicando dicendo veramente le cose come stanno…
        Non so quanti anni tu abbia ma io come a molti altri piace passare una nottata nel bosco tutto allestito teatralmente fluorescente insieme ad amici ascoltando musica ad alto volume dove non si disturba nessuno, non si paga un ingresso, si monta il pomeriggio e si smonta la mattina avendo rispetto totale del posto…trovare pulito è un piacere lasciare pulito è un dovere…scommetto che se facessi una festa con lucio battisti e bee gees o beatles e pink floid non sarebbe un problema…io ho 30 anni un figlio un attività e mille responsabilità penso che il bello del mondo sia che ognuno ha i suoi gusti e mi sento in dovere di replicare a commenti di persone che non sanno di cosa parlano…non me ne volere..

  6. Se è così, la musica cambia…l’informazione iniziale era diversa…fate conoscere le vs. proposte e troverete chi vi dà una mano.

Comments are closed.