scheda alerSARONNO – Non si sono fermati al reportage fotografico, in cui mostrando alcuni particolari (come l’assenza di lavandini e la caldaia bruciata) provano che l’appartamento occupato in via Torricelli era inutilizzato da anni, ma sono andati a cercare altre prove sul sito dell’Aler.

Dopo la dura condanna del sindaco Luciano Porro e del vicesindaco Valeria Valioni i ragazzi del Comitato autorganizzato saronnesi senza casa, che sostengono gli occupanti dell’appartamento in via Torricelli tornano alla carica con nuove prove del fatto che l’abitazione fosse vuota da anni contrariamente a quanto sostenuto dall’Amministrazione che ha parlato di due appartamenti usati per le emergenze abitative e i traslochi. 

“Ed ecco qui – spiegano sulla propria pagina Facebook – la prova di quanto detto ieri: questo file pdf è quello che attesta che la casa occupata in via Torricelli sia da tempo disabitata perchè messa all’asta dall’Aler di Varese. E non, come affermato da Sindaco e vice sindaco, perchè utilizzata in caso di emergenze. Lo stato della casa, a detta di Aler come si vede dal documento, è scarso. Le balle della giunta piddina non si contano più. Così come le azioni repressive”.

Qui il link che porta alla pagina del sito Aler

20022014

10 Commenti

  1. l’unico punto positivo: aver messo in evidenza l’ennesima favola della giunta piddina

  2. Appartamenti aler risponr aler. appartamenti del comune risponde il comune. lo capisce anche uno scolaro di 5 elementare. quindi cisa c’entra il comune con via torricelli? Evidentemente aler ha gurayo informazioni inesatte all assre valioni
    .

    • Ma è l’Assessore che ha dichiarato come venivano utilizzati gli appartamenti senza conoscere la realtà. Avrebbe fatto meglio a tacere ed a lasciar parlare Aler che nel frattempo aveva già chiesto lo sgombero: non dopo 14 mesi.

  3. Proponiamo al Sindaco i ragazzi del Comitato autorganizzato saronnesi senza casa come Assessore ai Servizi Sociali visto che sono più informati dell’Assessore Valioni.

  4. uhè meno male che sei il “castigamatt”…
    riesci a difendere l’indifendibile vicesindaca Valioni…
    Una che in germania o in svizzera dopo una castronaggine come quella della casa Aler al Matteotti, l’avrebbero sgomberata dalla cadrega in tempo zero come incapace se in buona fede o come bugiarda ed inaffidabile nel caso contrario…

    • Quello che indichi tu si fa nei paesi seri con persone serie che riconoscono i loro errori: tutti possono sbagliare ma bisogna assumersi le proprie responsabilità.. Nel nostro caso siamo di fronte all’arroganza di un Assessore che non ha neanche l’umiltà di chiedere scusa per aver sbagliato.

Comments are closed.