vittorio vennariSARONNO – Si è concluso il secondo sondaggio de ilSaronno dedicato ai prossimi candidati del centrodestra cittadino. A conquistare la vetta è stato Vittorio Vennari, consigliere comunale di Fi che ha ottenuto 519 voti. Nella vita finanziere Vennari è sicuramente uno dei volti noti della politica saronnese ed è stato anche premiato con la civica benemerenza della Ciocchina. Ecco il suo commento a caldo: 

Sono sorpreso per le preferenze ottenute in questo simpatico gioco. Credo che in tanti abbiano dato il proprio contributo: chi mi conosce, gli elettori di Forza Italia e spero anche molti cittadini che hanno pensato che potessi essere il male minore e magari ha contribuito anche chi non voleva vincesse qualcun’altro. Credo sia utile una riflessione sull’elevato numero di voti che hanno ottenuto gli aspiranti candidatidel centrodestra. Penso dimostrino quando la città sia scontenta dell’attuale Amministrazione e pronta a votare il cambiamento.

Medaglia d’argento per Enzo Volontè fondatore della lista civica Saronno al centro che dopo un entusiasmante testa a testa manca la vetta per poco meno di 30 voti fermandosi a 481.

Il risultato del sondaggio credo possa essere stato esagerato da qualche burlone, ma chi lo ha organizzato ha già sottolineato come il suo esito doveva essere assunto come il risultato di un gioco e in tal modo credo che vada inteso. Così come non posso non ringraziare le persone che hanno voluto esprimere il loro favore sul mio nome, forse anche grazie al lavoro che Saronno al centro sta compiendo, non posso nemmeno tacere il grande risultato raggiunto da Vittorio Vennari: credo che la sua costanza nell’impegno di consigliere di Forza Italia (ormai praticamente il solo rimasto) sia stato ripagato. Forse Forza Italia ha trovato il proprio candidato Sindaco. Il sondaggio è un gioco, ma la politica un impegno serio: buon lavoro di preparazione a tutti!

Terzo posto per l’ex sindaco Pierluigi Gilli (269), al quale i saronnesi hanno da sempre dimostrato molta stima e fiducia, seguito dal suo ex assessore Fabio Mitrano (207) e dal leghista ex assessore provinciale Alessandro Fagioli (206).

Ecco la classificata finale

Vittorio Vennari 519
Enzo Volontè 481
Pierluigi Gilli 269

Fabio Mitrano 207
Alessandro Fagioli 206
Umberto Volontè 140

Massimo Beneggi 101
Rienzo Azzi  86
Paolo Strano 60

Andrea Rezzonico 57
Annalisa Renoldi 54
?   41

02022015

8 Commenti

  1. Congratulazioni vivissime a Vittorio.
    Non c’era bisogno di un sondaggio, ancorché per giuoco, per sapere che V.V. ha la stoffa per essere un ottimo candidato sindaco.
    Mi domando solo se i vertici di FI stavolta troveranno il coraggio e la coerenza per premiarlo.
    V.V. posso confermare, ha sempre aiutato tutti nel partito con generosità e non ha mai avuto alcun riconoscimento.
    Se ha voglia di correre verso la poltrona di Sindaco, penso che stavolta il suo partito possa avere l’onore (e la fortuna) di concedergli questa chance.

    Anche la medaglia d’argento, in verità quasi un pari merito (ribadendo la non scientificità del sondaggio), è comunque ben attribuita.
    Enzo Volonté, col quale ho pure avuto differenti visioni per la città, resta comunque una persona di grandi capacità organizzative, di gestione delle risorse e della pianificazione.
    Al momento, mi sembra una della menti più lucide del centrodestra.
    Ma qui è il punto: la coalizione di centrodestra sarà in grado di valorizzarlo o… se lo lascerà sfuggire verso la sponda di centrosinistra?
    Anch’egli sarebbe un candidato sindaco d’alto profilo.

    Io resto in ritiro rispetto la politica e attendo con curiosità (ma non troppa).

    Auguri a tutti!

    Carlo A. Mazzola
    Coordinatore emerito (vincente) di Forza Italia e primario elettore di Matteo Renzi; Democristiano forever.

    • …alla faccia delle nuove proposte!
      e poi da uno che sta in FI, vota per Renzi ed è nostalgico DC! Come a dire. dovunque c’è bisogno di riempire una poltrona, io ci sono!
      Ma quand’è che la finite?

      • Ah ah ah ah ah 😀
        Egr. Sig. “Non ci provare”, mi perdoni la risata ma il suo equivoco è troppo divertente!
        Non sono io che voglio fare il sindacoe come potrà leggere o ri-leggere, sto in ritiro.

        Su una cosa, tuttavia, potrei offendermi. Ma come osa dire che io ho bisogno di riempire un poltrona?!?!
        Una poltrona??? Ma sa quante ne ho?

        Pensi che quella del mio ufficio sarà prossimamente riprodotta per il nuovo Hotel Versace in Dubai, ma senza le personalizzazione fatte in esclusiva per me dall’azienda di extra lusso “Veneta Sedie”…

        Basta poltrone, parbleu! Semmai un trono…

        Con fraterno affetto democristiano:

        Carlo A. Mazzola
        Coordinatore, elettore, ecc. di Matteo Berlusconi, ehm… Silvio Renzi, insomma, la sostanza è sempre quella!

  2. penso sia tra le facce meno impresentabili, ma è solo una suggestione: purtroppo non lo conosco e per me è un elemento non favorevole.

Comments are closed.