SARONNO – Nella serata del 29 aprile i militanti saronnesi di Campo Base hanno reso omaggio a Sergio Ramelli in occasione del 40ennale dalla sua morte. Da diversi anni Campo Base commemora con uno striscione recante la frase Sergio Ramelli Presente, una bandiera con la croce celtica ( simbolo usato dai giovani di destra degli anni 70) ed una bandiera tricolore.

Accanto agli striscioni, posizionati sulla cancellata del parco in cui si trova la Club House in via Biffi accanto allo stadio comunale, sono stati anche dei volantini con un breve testo che presentava l’iniziativa.

“Sergio, militante del Fronte Della Gioventù , morto dopo mesi di agonia a seguito di un infame agguato a colpi di chiavi inglesi messo in atto da sgherri dell’estrema sinistra Milanese. Anche a Saronno non si dimenticano tutti i giovani di destra uccisi per le loro idee e con questo gesto rimarchiamo la continuità ideale con i militanti di Campo Base”

02052015

9 Commenti

  1. questi signori (di cui non si sa nulla, sono 1, 2, 10??) offendono la memoria di tutti quelli che hanno combattuto per l’Italia usando a sproposito la bandiera italiana a fianco del simbolo celtico, che è stato antesignano della croce uncinata….

    • tu sei uno di quelli come i membri del consiglio comunale di allora di Milano che avrebbe applaudito alla notizia che finalmente dopo un po’ di giorni di agonia Ramelli si era “levato dalle scatole”?

      • come al solito Saronnese non sa leggere, io ho detto e ripeto che mi disturba assai l’affiancamento di un simbolo neofascista/neonazista alla bandiera della repubblica italiana, che proprio quei simboli ha combattuto.Comunque Campo Base quanto sono?? meno di dieci credo…e di Saronno un numero inferiore a 1.

  2. Che vergogna….bisognerebbe chiuderli in una biblioteca e costringerli a studiare!!!

    • se vuoi posso consigliarti io un paio di libri interessanti che magari poi così ti senti un po’ meno saccente

      • difficile tu possa consigliare alcunché….non sai neppure decodificare quanto scritto da altri.

Comments are closed.