SARONNO – Come spesso accade durante la stagione sportiva, i campioni della Saronno Robur Special scendono in campo per giocare una partita di calcio. Una partita normale, come tutte le altre. Due squadre, un arbitro, due allenatori e tanti spettatori. Nulla di nuovo, tutto normale. A rendere il pomeriggio speciale sono proprio i campioni che scendono in campo, tutti atleti con varie disabilità motorie e non solo che giocano a pallone.

Un progetto sociale, nato nel 2013 da una collaborazione tra la Robur e la Fondazione Cls di Saronno, che ha come scopo il raggiungimento di un obiettivo comune: sostenere e tutelare iniziative di solidarietà nei confronti delle categorie più bisognose o comunque socialmente svantaggiate, con particolare attenzione alle situazione di disabilità psico-fisica.

La squadra Special partecipa a numerosi tornei in giro per le varie province, dove ha l’opportunità di sfidarsi e mettersi alla prova con altre realtà speciali come la nostra. I ragazzi sono seguiti da uno staff qualificato in materia (composto da Lilla e Stefano, due volontari con la passione per lo sport ed il sociale) e, oltre ai momenti di gioco, attuano momenti di interazione e aggregazione attraverso numerose attività di svago.

28112015