lomazzo carabinieriLOMAZZO – Le immediate indagini dei carabinieri hanno permesso di ricostruire l’aggressione avvenuta ieri pomeriggio ai danni di un marocchino trentenne residente in zona. A Cirimido nella propria abitazione è stato fermato uno dei tre aggressori, un tunisino 43enne, volto noto alle forze dell’ordine e proprietario della Citroen Berlingo che in molti avevano visto allontanarsi dal luogo del pestaggio.

Arrestato, il tunisino risponderà alla Procura della Repubblica dell’accusa di rapina a mano armata. Sono tuttora in corso accertamenti per stabilire l’esatta dinamica e il movente dell’accaduto. Da una prima ricostruzione dei militari, effettuata sulla base degli accertamenti tecnici preliminari, delle varie testimonianze acquisite e della denuncia della vittima, i tre aggressori hanno avvicinato il marocchino, e dopo una breve lite, lo hanno minacciato con un coltello, aggredendolo violentemente con calci e pugni sottraendogli un telefono cellulare e circa 100 euro.

Varie le lesioni e contusioni riportate dalla vittima al volto e agli arti. Sono tuttora in corso indagini per individuare gli altri due complici che si sono dati alla fuga nonché al ritrovamento dei beni denunciati rubati.

12112016

2 Commenti

Comments are closed.