SARONNO – La vernice azzurra non era ancora asciutta e già i saronnesi avevano iniziato a lamentarsi e protestare per la decisione dell’Amministrazione comunale di rendere a pagamento una ventina di stalli tra via Varese e viale Santuario.

Ieri sono comparsi i divieti di sosta che annunciavano i lavori stradali e stamattina con gli operai gli stalli bianchi regolati soprattutto da disco orario sono diventati blu e quindi a pagamento. I parcheggi, per intenderci, davanti alla pasticceria e al bar, davanti all’ingresso della biblioteca, accanto al Santuario, e quelli subito dopo la rotonda. Complessivamente una ventina di posti auto che rappresentavano, anche perchè regolati con disco orario, un aiuto per quanti arrivavano al quartiere per una rapida commissione: la restituzione di un libro in biblioteca, l’acquisto del pane o una pausa al bar un passaggio al Santuario.

L’iniziativa, complici un paio di foto realizzate dai residenti, non è passata inosservata neanche sui social network: a partire da Facebook dove sul gruppo “Sei di Saronno se…” è arrivata una pioggia di critiche in attesa di conoscere la razio del provvedimento realizzato dall’Amministrazione.

05042017

39 Commenti

  1. Studente infame per studiare devi pagare…
    Avranno pensato durante la scrittura della meravigliosa determina…

    • Daró il mio euro al comune per andare a messa al Santuario, ma non potró piú darlo in Chiesa per le opere di bene, ma piú che altro non daró il mio voto a SAC.

    • Mandate via SAC piuttosto. Di disastri tra lavori pubblici, commercio e inesistenti politiche giovanili proprio NON SE NE PUÓ PIÚ.

  2. Ma una Fagioli and co la vogliono azzeccare o son capaci solo di far disastri?
    Sindaco A che punto del programma la troviamo questa?no perchè,parole sue,io faccio quello che ho scritto sul programma…

  3. Mi piacerebbe che il giornale commentasse il fatto che dinanzi al collegio arcivescovescovile dove ci sono dei cartelli di divieto di fermata la gente parcheggia regolarmente fregandosene e addirittura salendo sull’ aiuola danneggiandola .Tutto questo per dire che ci saranno controlli severi per fare cassa nelle strisce blu mentre non si multa il comportamento indiscriminato là dove c’è il divieto di fermata .Viva L’Italia . Cittadino indignato.

    • Più volte ho segnalato la situazione al comando della Polizia Locale ma è evidente che nessun intervento è stato preso, magari c’è un motivo che non conosco

  4. La teoria:
    “regolati con disco orario, un aiuto per quanti arrivavano al quartiere per una rapida commissione: la restituzione di un libro in biblioteca, l’acquisto del pane o una pausa al bar un passaggio al Santuario.”
    La realtà: auto in sosta per ore abusando del disco

  5. Paga giusto giusto chi vuole andare a maggio a pregare per la Madonna. Grazie Fagioli. Non ho parole.

  6. E finalmente anche qui le strisce “blu” e non solo e sempre in centro! ?
    Fagioli è uno di parola l’aveva promesso in campagna elettorale e lo sta facendo!
    Tutto il resto è sterile polemica, tutto il resto è …noia.

  7. Complimenti all’amministrazione!il suo obiettivo è rendere sempre più agevole la vita ai saronnesi!

  8. Già. Quanta fatica parcheggiare cento metri più in là, dietro alla posta, e farsela a piedi…

  9. ma non era la giunta Porro che faceva cassa con i poveri automobilisti??? meditate gente meditate….nel frattempo vorrei capire perché a fronte di chi paga un parcheggio io noti una quantità di pass disabili spaventosa ed utilizzati a sproposito da figli, mogli amanti del titolare anche quando non presente

  10. in comune hanno solo la vernice blu. quella gialla se la sono dimenticata. la usano solo per delimitare gli stalli del mercato. la bianca poi è introvabile basta guardare come sono ridotte le strisce pedonali. lonardoni e compagnia svegliatevi.

    • Per l’appunto! In via Volta 106 ci sono due stalli per disabili che l’ultima vernice gialla l’hanno vista quando ancora c’era Gilli come sindaco. Pensa che il pittogramma contornato di blu come prevede il codice non sanno nemmeno com’è fatto, mentre per le strisce blu di questo colore sembra proprio ce ne sia in abbondanza.

  11. Non dimentichiamo che così facendo anche il Santuario viene “punito”- Via la sosta sul piazzale, chiuso il parcheggio nel parco, a pagameento i pochi posti nei pressi. La Lega non sa più dove travare soldi a copertura dei costi aggiuntivi per i suoi consulenti! Incredibili decisioni: cosa inventarà ancora la nostra Amministrazione per favorire i cittadini e il turismo a Saronno? Forse che i negozi della periferia rispetto a quelli del centro sono di serie B?

    • Si salvi solo la Cassina, serbatoio di voti di SAC! ?
      Tutto il resto all’inferno ?

      • Ma SAC non è all’opposizione con il consigliere Strano? Cosa ci fanno allora due assessori in maggioranza? È tutto da capire! Poi se i risultati dell’operato di SAC sono questi è tutto da rivedere. Ho votato Lega perchè mi garantivano SICUREZZA, ma non ho ottenuto nulla su questo versante, in compenso dovró pagare per studiare in biblioteca. Grazie Lega, grazie ancor di piú a SAC e mi ricorderó di mau piú votarvi alle prossime elezioni.

  12. Considerando che il disco orario non lo rispettava nessuno… comunque dietro la posta c’è un bel parcheggio a 150 m, quindi direi che di spazio per parcheggiare ce n’è anche gratuito. Spero che almeno adesso comincino a multare di più chi parcheggia sul marciapiede o in doppia fila.

    • Non capisco perchè ora con le righe blu chi non paga sarà punito, col disco orario nessuno poteva essere castigato. Ma tu sei di Saronno? ma quanti posti liberi trovi nel parcheggio delle Poste? ma se fossi fisicamente malmesso ed anziano andresti a cercare un posticino alle Poste per poi andare in Santuario o a prendere le sigarette o un francobollo al bar?

      • Premesso che non sono favorevole ai posti a pagamento. So benissimo com’è la situazione. Con il disco orario, si girava il disco orario e via. Ora con la sosta a pagamento, questo “giochino” nonpotrà essere più fatto, offrendo comunque più possibilità di parcheggio a chi è anziano e con problemi di movimento.

  13. Cosi i pendolari nn fanno i furbetti e pagano come pagano tutti o quasi tutti. Le strisce blu nn sono state inventate da Fagioli…ci sono in ogni paese e città. Dunque?..bisogna sempre far polemica?
    Perché nn vi lamentate nn gli islamici che spacciano si ubriacano che rovinano le aiuole ecc ecc…Uniamoci contro questa feccia sociale…che sta rovinando il nostro paese e le nostre tradizioni.

    • Beh sa, quando l’amministrazione precedente mise una serie di strisce blu in alcune zone, gli stessi che le stanno mettendo ora ovviamente scatenarono il putiferio…
      per il resto concordo, ma si sa…

    • Ovviamente a pagamento anche se hai una misera pensioncina! Ottima soluzione non ti pare?

  14. Turismo a Saronno???
    Ma quale?
    Ah.. dimenticavo, quello dei clandestini, dei Rom, di quelli senza fissa dimora, ecc.ecc.

  15. Sono completamente contrario ad aver riaperto il centro alle auto.
    Sono completamento contrario ad aver inserito un parcheggio nell’area ex-Pretura su via Tommaseo (doveva essere solo area verde, punto e basta).
    Sono invece d’accordo nella sosta a pagamento tra Biblioteca e Santuario.I parcheggi in città sono un bene raro; chi vuole usarli li paghi come ogni altro bene.
    Il vero punto è che le modalità di pagamento siano semplici e rapide.

  16. Non dimentichiamo anche il dietro stazione ( Via Ferrari). Si sono dimenticati dei residenti … Ci sono ormai solo parcheggi a pagamento o ad ora e pochissimi stalli per i residenti. Vogliamo fare qualcosa per chi abita in quella zona ???

    • Ma non sai che i residenti di via Dalmazia anni fa hanno raccolto firme e fatto solleciti ma sono sempre sempre sempre inascoltati?

  17. Visto che si è dato lo spunto per un giro tra le situazioni negative dei parcheggi saronnesi non dimentichiamoci di Via Meditel (ex Via Concordia). Anche qui la vernice non si vede da anni, penso volutamente, per aiutare il parcheggio selvaggio degli utenti di questo centro medico PRIVATO a cui avete regalato la via. Auto senza contrassegno nei posti riservati ai disabili, auto accumulate all’incrocio con Via Alliata che impediscono il passaggio e la visibilità, auto davanti ai cancelli, auto sul percorso pedonale…..Fate qualcosa!

  18. Sono d’accordo per riservare qualche posto ai residenti in via Ferrari.
    Si guardi chi abita ad esempio in via Leopardi dove hanno posti riservati.
    Perché?

    • … ci voleva poco ad arrivarci! Prima li incassava abusivamente l’abusiva risorsa, adesso invece lo fa legalmente il SAC Comune. Gli affari sono sempre affari e cosa non si fa per avere piú clienti e sottrarli alla concorrenza.

  19. A Olgiate Comasco (non in un altro mondo) in alcuni parcheggi per agevolare la sosta per rapide commissioni hanno messo le strisce blu , ma con un parchimetro per cui hai l’opzione di scegliere di 15 minuti di sosta gratuita, oltre alla possibile scelta del normale pagamento nel caso di soste per impegni di durata superiore.
    Questa sarebbe una soluzione che tutelerebbe gli onesti e che penalizzerebbe chi invece fa il furbetto, ovviamente subordinato al fatto che i controlli vengano fatti, altrimenti disco orario o strisce blu non fa nessuna differenza

Comments are closed.