Home Groane Il sindaco contro i “leoni da tastiera”, parte due: edizione campagna elettorale

Il sindaco contro i “leoni da tastiera”, parte due: edizione campagna elettorale

704
6

SOLARO – Aveva suscitato parecchia curiosità qualche mese fa la tirata del sindaco Diego Manenti contro i cosiddetti leoni da tastiera, oggi il primo cittadino rinnova il suo attacco, ma se la prende con chi sta facendo campagna elettorale, a suo modo di vedere, in modo scorretto e con chi non apprezza le regole del vivere civile, prendendo ad esempio la quotidianità solarese, a partire dalle multe per i parcheggi selvaggi in centro paese. Naturalmente anche questa nuova lettera del sindaco non mancherà di aprire discussioni di vario genere nelle piazze, digitali e non, del paese:

«Quelli che… si danno poche multe! In centro è parcheggio selvaggio e su alcune strade si corre come demòni! E quelli che… fanno i passaparola quando vedono i vigili in azione a comminare sanzioni a chi non rispetta il codice della strada! E quelli che… parcheggiano dove è consentito, non superano i limiti di velocità e non hanno nulla da temere dalla tecnologia quando è usata per far rispettare le regole

Quelli che… pensano di arginare il fenomeno dello spaccio a colpi di video sui social network, “casualmente” più intensi in campagna elettorale! E quelli che… quando coi proclami sociali non risolvono il problema “a casa loro”, vanno in pellegrinaggio negli altri Comuni a sermonare su “come si fa”! E quelli che seguono i percorsi istituzionali e consentiti, certamente più lenti e faticosi e senz’altro meno appariscenti: ordinanze, controllo del territorio, coordinamento con le forze dell’ordine, prevenzione educativa, … Quelli che… “il problema dello spaccio sono gli extracomunitari”, … mostrando una discutibile dimestichezza con le equazioni! E quelli che all’interno delle comunità straniere si impegnano come possono per offrire esempi positivi e contrastare qualche loro connazionale quando si dedica ad azioni illecite.

Quelli che… onestà, onestà, onestà!!! I rimborsi elettorali vanno restituiti!!! E quelli che… sanno che l’onestà proclamata non serve, mentre quella praticata silenziosamente migliora le comunità.

Quelli che… quando vanno all’estero dicono che i cittadini stranieri sono benvenuti in Italia, che anzi ne ha bisogno, e in patria dicono invece che bisogna cacciarne 600.000! E quelli che provano a governare un fenomeno complicato, non rinunciando ad offrire un po’ di umanità e al tempo stesso praticando azioni di contrasto al traffico di esseri umani. E poi… perché proprio 600.000??!! Quelli che… promettono e ripromettono da vent’anni, come se fino ad oggi fossero stati su Marte e non avessero mai avuto responsabilità di governo.

E quelli che… delle promesse si sono stancati e chiedono probabilmente un po’ di sana normalità! E quelli che restano convinti che la politica sia una bella cosa quando è libera dai clichè e si misura con l’esercizio quotidiano della responsabilità! ….

Piccola collezione semi-ironica di aneddoti i più diversi in tempi di campagne elettorali! Con il sogno di riscoprire un po’ tutti il piacere della normalità e il gusto della giusta dimensione delle cose!»

20022018

6 Commenti

  1. Invece di fare dell’inutile sarcasmo sistemi il suo paese se ne è capace se no dia le dimissioni!

    • Vogliamo parlare dei leoni da comizio ? che promettono la qualunque e poi non fanno un ca..o?

  2. Mi piace. Mi piacciono tutti quelli che non hanno mandato il cervello all’ammasso.

  3. Caro sindaco ci spieghi bene il bando del bar del centro sportivo…fatto e cucito x i gestori attuali!!! W la Lega pronta a governare Solaro

Comments are closed.