SARONNO – Non sarà l’imprenditore Paolo Galli il nuovo presidente del Fbc Saronno: la trattativa era in corso da qualche tempo, nelle scorse ore Galli ha comunicato ufficialmente che non è stato trovato l’accordo con l’attuale presidente, Antonio Pilato.

Malgrado una stagione da incubo culminata con la retrocessione in Promozione, nelle scorse settimane Galli – che negli anni scorsi aveva “fatto grande” l’Ardor Lazzate – aveva sottolineato la disponibilità ad acquisire il club saronnese. “Lo scorso fine settimana mi sono incontrato con Pilato, ho spiegato il mio progetto. Mi è stato chiesto un ruolo in società ed ho acconsentito (per Pilato ci sarebbe stata la vicepresidenza). E comunque non si è arrivati al passaggio di consegne. Mi è stato detto di un accordo con altre persone, a questo punto non posso che farmi da parte ed augurare i migliori successi”. Galli, che aveva già allestito una rosa di massima con tanto di allenatore, a questo punto ha lasciato tutti “liberi”.

Quale sarà adesso il futuro del Fbc Saronno? Anche il sindaco Alessandro Fagioli si era impegnato nel ruolo di mediatore con eventuali compratori ma proprio la “pista” che portava a Paolo Galli appariva sinora la più concreta.

29052018

16 COMMENTI

  1. Questo il risultato della mediazione del sindaco Fagioli…un’ altro fallimento!

  2. Non dubitavo dell’esito visto che il sindaco in persona si stava occupando della cosa!

  3. Pur non conoscendo le motivazioni del rifiuto della proposta Galli viene da pensare che manchi la volontà di lasciare la presidenza….
    Sarà dura uscirne. Prossima retrocessione ? ….basta aspettare.

  4. giusto intervistate Pilato e il Sindaco in merito, se no sembra di essere a novella 2000

  5. rimettete l’insegna CS Matteotti e ripartiamo coi ragazzi del quartiere dai provinciali.
    I sogni di gloria sono game over.

    • Questa sarebbe un’idea, torniamo a far giocare i ragazzi nei quartieri, dal Matteotti al Prealpi

  6. Dunque chi sta lavorando per il Saronno..?? Pilato spieghi allo società chi è il personaggio che gestisce più di un club

  7. Se Galli ha abbandonato, non credo proprio sia una colpa del Sindaco, visto che tutto va messo in politica, allora dovremmo dare una gestione di uno stadio o di un centro gratuitamente ed i costi accollarli alla comunità come sempre è successo da qualche anno a questa parte. Il problema è che mancano i soldi ed il calcio senza soldi è impossibile farlo.

Comments are closed.