Home Città Giorno della Memoria: Miglino invita i saronnesi alla conferenza/concerto in Villa

Giorno della Memoria: Miglino invita i saronnesi alla conferenza/concerto in Villa

228
9

SARONNO – “Nei campi di concentramento c’era anche la musica. La musica come inganno e mistificazione ad attendere chi varcava le soglie di Auschwitz. La musica per conservare la dignità, in luoghi dove la dignità era annientata. La musica come mezzo di salvezza per aggrapparsi e sperare fino all’ultimo istante di vita”.

Così l’assessore alla Cultura Maria Assunta Miglino presenta la conferenza/concerto organizzata per il “Giorno della Memoria”: domenica 27 gennaio alle 11 a Villa Gianetti si terrà “Musica per non dimenticare” realizzato dall’Amministrazione comunale con l’associazione Lissonum: “Abbiamo tante testimonianze che in quei luoghi così tragici la musica abbia aiutato a tener viva la dignità delle persone. Insomma la musica è stata un mezzo di salvezza per aggrapparsi alla speranza”.

L’iniziativa con ingresso libero è il punto di partenza di un intenso calendario di eventi proposti dall’Amministrazione comunale con diverse realtà cittadine dal cinema Pellico e Prealpi ad associazioni culturali “per parlare di antisemitismo e di razzismo in generale e di ricordare cio che è accaduto, perchè è compito delle istituzioni e di tutti noi comprendere e non sottovalutare, perchè non possiamo rimanere indifferenti” conclude Miglino.

25012018

9 Commenti

    • Non interessa a lei, che di memoria non ne ha, ma interessa a molte altre persone che hanno vissuto direttamente o indirettamente momenti tremendi e che sperano, per il bene di tutti, non si ripetano più.
      Il ricordo degli errori, aiuta ad essere migliori

  1. un evento per mettere a posto la coscienza?
    magari questa mattina non era male esserci!

    4I

  2. Lo sapevate che nei campi di concentramento nazisti esisteva una moneta interna chiamata Lagergeld ad uso solo dei prigionieri?

  3. bellissima manifestazione per la commemorazione d’uno dei tanti drammi del nostro tempo.Ho notato una grande p resenza della stampa?????, E anche la mancanza dei vari politicanti.Fino a quando si inizierà sia da sinistra, sia da destra ad essere meno bambini e lavorare per il bene di tutti forse sarà troppo tardi.Sperem.

  4. @ Anonimo – “Invece di pensare alla memoria, pensiamo alla gentaglia che sta invadendo il nostro paese.”
    Grazie del contributo illuminante e pertinente… ( spam ).

    Invece complimenti sinceri ha chi ha organizzato l’ evento.

Comments are closed.