Home Cronaca Solaro: botte alla compagna sino a farla abortire. Arrestato tunisino

Solaro: botte alla compagna sino a farla abortire. Arrestato tunisino

2513
10

SOLARO – Un tunisino di 27 anni, latitante da oltre un anno e mezzo, è stato localizzato e arrestato questa mattina nei boschi tra Solaro e Cesate dagli agenti del commissariato della polizia di Stato di Busto Arsizio. Su di lui pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nel mese di agosto 2018 dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Busto Arsizio per “maltrattamenti contro conviventi, procurata interruzione di gravidanza e violenza sessuale pluriaggravata”, reati commessi ai danni della ex compagna di 22 anni.

Le indagini degli investigatori del commissariato avevano dimostrato che lo straniero, tra il 2015 e il 2017, aveva sottoposto la ragazza a continui maltrattamenti consistiti in percosse che in due occasioni avevano procurato l’interruzione dello stato di gravidanza della giovane; gravi minacce, violenze sessuali, “sequestri” tra le mura di casa e “perquisizioni personali” dettate dal sospetto che la vittima volesse sottrarre della droga, Il tutto infatti era maturato in un contesto di degrado, indigenza e tossicodipendenza di entrambi, che all’epoca dei fatti vivevano in una casa abbandonata in via Biagio Bellotti a Busto Arsizio approvvigionandosi quotidianamente di sostanze stupefacenti nei boschi del circondario. Episodi continuati anche dopo che la vittima, rimasta nuovamente incinta, era finalmente riuscita a fuggire trovando riparo nell’abitazione familiare in un’altra città.

La misura cautelare tuttavia non ha potuto essere eseguita fino ad oggi perché nel frattempo l’uomo si era allontanato dal domicilio di via Bellotti per una destinazione sconosciuta. Tuttavia notizie carpite dagli agenti nell’ambiente dello spaccio e della tossicodipendenza hanno permesso di localizzare il latitante in una zona boschiva nel comune di Solaro, dove viveva in condizioni precarie e di fortuna mantenendosi con lo spaccio di droga insieme ad altri pusher nordafricani. Ciò appurato, questa mattina è stato predisposto un servizio che, nonostante le difficoltà ambientali, ha permesso di circondare e bloccare il latitante dopo un disperato tentativo di fuggire tra la vegetazione in sella a una bicicletta. Nel corso della stessa operazione è stato arrestato anche un altro individuo, un marocchino di 37 anni, che faceva parte dello stesso gruppo e che è stato trovato in possesso di 6 dosi di cocaina e 550 euro. Dopo la notifica della misura cautelare il ricercato è stato arrestato e condotto in carcere.

06042019

10 Commenti

  1. Nulla di nuovo a Solaro!
    Ringraziamo chi da più di 30 anni guida il nostro comune!

    • Visto che il violento e tossicodipendente e non è Italiano è colpa del Sindaco. Mi sembra giusto.
      Se invece era Italiano… normale rapporto di coppia un pò litigarello?
      Quando le donne le sgozzano e gli danno fuoco gli Italiani… sempre colpa dei sindaci?

      • Il sindaco solarese ha criticato chi diceva che tra solaro e cesate c’erano grossi problemi di spaccio e delinquenza….ecco perché la gente scrive cosi!

  2. se mi esce la scritta che un commento come il mio è già stato postato come mai su questa pagina non ci sono ancora commenti?, li avete censurati?

  3. Ma il sindaco Solarese diceva che lui non ha bisogno di fare
    proclami e lavora per risolvere il problema!
    Ma in questi 5 anni mi sembra che le cose siano peggiorate in tutti i settori!
    Speriamo che a maggio le votazioni ci regalino qualcosa di diverso visto negli ultimi 20 anni le persone sono sempre state le stesse e i risultati li abbiamo sotto gli occhi!

  4. Gente, “all’epoca dei fatti abitavano a Busto Arsizio”…
    Mi sembra che il sindaco di Solaro centri poco..

    • Centra il sindaco ha sempre detto a che a Solaro non ci sono problemi di spaccio e di droga criticando chi diceva il contrario!

Comments are closed.