BUSTO ARSIZIO – Dopo avere minacciato i vicini e tentato di aggredirli nel loro appartamento sfondandone la porta, si è opposto agli agenti della polizia di Stato intervenuti per fermarlo: alla fine è stato arrestato per resistenza e lesioni. I fatti sono accaduti dopo la mezzanotte dell’altro giorno a Busto Arsizio in uno stabile di via Cattaneo. Il tutto per una banale discussione di vicinato.

Dopo avere minacciato di morte i vicini, aveva cercato di entrare a casa loro, provando a sfondare la porta. I poliziotti hanno cercato di dialogare con l’uomo che in quel momento si era ritirato nel suo alloggio: ma quando sono entrati, gli agenti lo hanno trovato in uno stato di fortissima agitazione ed armato di un coltello da cucina a mezzaluna e con nell’altra mano una cintura borchiata. Lo hanno disarmato e bloccato, anche se lui li ha colpiti con sputi, pugni e calci tanto che tre poliziotti si sono dovuti fare medicare in ospedale.

07062019