CARONNO PERTUSELLA – Nonostante la circolazione ridotta per il lockdown legato al coronavirus non sono mancate ripercussioni sulla circolazione ferroviaria per la morte del 53enne avvenuta pochi minuti dopo le 11 nei pressi della stazione di Caronno Pertusella.

I convogli hanno subito un ritardo di circa 30 minuti e la situazione è tornata alla normalità alle 11,30. A intervenire sul posto oltre all’elisoccorso e all’ambulanza della Croce Azzurra di Caronno Pertusella i vigili del fuoco del distaccamento di Saronno, i carabinieri della compagnia competente per il territorio e la polizia ferroviaria che si è occupata di tutti i rilievi e gli accertamenti. E’ stata per prima cosa avvisata la famiglia. Di origine albanese il 53enne viva a Cesate ma aveva un’ex moglie e un figlio che vivano ancora a Caronno Pertusella dove aveva vissuto in passato.

Al momento sono ancora in corso gli accertamenti ma l’ipotesi dettata dalla posizione del corpo e da alcune testimonianze raccolte è quella di un gesto estremo.

27042020