SARONNO – E’ arrivata l’estate, che voglia di gelato! Ma quali sono i gusti e le mode di questo 2020? L’abbiamo chiesto ad un vero “chef gelataio” di Saronno, Luciano Scotellaro (sempre affiancato dalla moglie Marina Labita, che cura soprattutto la pasticceria): il suo negozio-laboratorio di corso Italia – “Gelato in corso” – ha riaperto appena possibile (con il massimo rispetto delle norme per il distanziamento) dopo il lockdown dell’emergenza coronavirus, e prima ha continuato a fornire il suo servizio ai concittadini, con le consegne a domicilio.

“I gusti classici vanno sempre – esordisce Scotellaro – ma noi cerchiamo sempre di abbinare qualcosa di nuovo e magari inedito, con curiosità e fantasia, ed anche prendendo spunto dai suggerimenti dei clienti”. E’ nato così, ad esempio, il gusto al caramello salato, il cioccolato fondente con pepe e lime, l’ananas con mele e zenzero. “Sempre con frutta fresca e possibilmente di stagione” chiarisce il gelataio saronnese. Fra i gusti più richiesti, quello allo “strudel”, ma anche pistaccio e cioccolato fondente, che sono fra i suoi cavalli di battaglia.

Ma dopo la fase più acuta dell’emergenza coronavirus ed il lockdown, com’è oggi la situazione, la gente è tornata nelle gelaterie? “C’è n’è un poco meno, sicuramente qualcuno ha ancora timore e qualcuno magari si è impigrito – ipotizza il gelataio di Saronno – noi comunque continuiamo anche con le consegne a domicilio, che all’inizio sembravano una cosa strana, per il gelato, e invece sono andate bene. Ci hanno chiamati addirittura da Monza!”

19072020

3 Commenti

  1. La piazza di Saronno è di fatto un brulicare di esercizi alimentari. Quanto dureranno?

  2. Un po’ di sana pubblicità alla gelateria in questo momento di crisi sanitaria ed economica ok…la foto di Banfi anche no.

Comments are closed.