SARONNO – Annunciato col tam tam sui social network, dalle 18 il presidio degli anarchici in piazza Cadorna contro lo sgombero, avvenuto di prima mattina, di “Cà Libertaria”, la casa in disuso che sabato era stata occupata con l’intento di farne un centro sociale. Lo stabile di via San Francesco è stato murato nel corso della mattinata, e non si sono registrati incidenti.

Intanto, l’area dello scalo ferroviario di Ferrovienord in centro è sin da metà pomeriggio presidiato dalle forze dell’ordine di polizia di Stato, polizia locale e carabinieri della locale Compagnia. Questa la situazione che con un certo stupore per la presenza delle forze dell’ordine si sono trovati di fronte oggi i pendolari al ritorno dal lavoro e che non erano al corrente dello sgombero.

Cà Libertaria era già stata occupata due anni fa, a fine maggio del 2018 ed anche quella volta l’edificio era stato sgomberato nel giro di pochi giorni.

20102020

3 Commenti

  1. Lei concede una diretta ad una manifestazione non autorizzata fatta da persone che non esistano ad usare anche la violenza? Pendolari stupiti
    perchè non erano al corrente dello sgombero? Sig.ra Giudici, il suo modo di fare giornalismo a volte lascia a desiderare

  2. leggono il comunicato… chi se ne frega. Hanno rotto le scatole. Rispettino regole e proprietà altrui.

  3. Queste manifestazioni non sono espressione di libertà e libero agire ma soprusi e volontà di sopraffazione. La prepotenza non ha mai avuto possibilità di emergere in un contesto civile, del quale questi soggetti credono di farne parte a pieno diritto. Informare la Comunità è corretto, insistere a concedere spazi comunicativi eccessivi si rischia di essere incompresi e collocati in ambiti che non rispettato le regole e gli altri.

Comments are closed.