Home Covid Covid, i contagi: Saronno guida la crescita dei casi nel Varesotto

Covid, i contagi: Saronno guida la crescita dei casi nel Varesotto

1214
1

SARONNO – Il dato peggiore odierno, per quanto riguarda i nuovi casi di positività al coronavirus in provincia di Varese, è quello della città di Saronno, che oggi si attesta a +15, che segue la forte crescita del giorno prima (addirittura +50). In tutto nella città degli amaretti dall’inizio della pandemia si sono registrati 543 casi.

Saronno: 543 (528)

Sono cresciuti anche i numero di Limbiate ed i numeri di Caronno Pertusella.

Sono 3.570 i nuovi positivi con 21.324 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 16,7 per cento (la più alta sinora in Lombardia); significativo l’incremento delle persone guarite e dimesse che, rispetto a ieri, sono 1.211 in più.

In calo il numero di tamponi effettuati nel weekend rispetto ai giorni precedenti, che si riflette anche con un numero minore di casi “scoperti”. Ma Milano rimane molto alta, in provincia +2.023 casi in un solo giorno; scendono drasticamente Varesotto (“solo” +105), Comasco (+141) mentre in Brianza si superano comunque i quattrocento in un giorno (+439).


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto: un momento della conferenza stampa di questa mattina, il sindaco Augusto Airoldi ha lanciato una campagna di sensibilizzazione anti-covid in città)

26102020

1 commento

  1. Multe multe multe ai ragazzi fuori da scuola e in giro a bighellonarenel pomeriggio!!!! Passeggiano in gruppetti senza mascherine passandosi sigarette e bottiglie (acqua, coca cola ecc) senza minima coscienza.

    Inoltre qualche controllo ai baristi spesso e volentieri dietro al bancone o tra i tavoli con mascherina sotto al naso.

Comments are closed.