SARONNO – Negli ultimi due giorni al centralino della polizia locale sono arrivate tantissime chiamate di saronnesi, residenti, commercianti, datori di lavoro, mamme e nonne che chiedono chiarimenti sul lockdown che parte oggi venerdì 5 novembre.

Tante e decisamente disparate le domande: “Posso andare a dormire da un’amica e la mattina dopo tornare a casa?”, “Posso fare delle consegne già programmate per i prossimi giorni?”, “Nella mia attività c’è un distributore automatico di snack aperto al pubblico lo devo spegnere?”, “Posso andare a fare la spesa per mia mamma e portagliela anche se abita fuori dalla mia provincia?”.

In comando si sono attrezzati con il testo del Dpcm con i relativi allegati e l’ultima ordinanza regionale per risponde a tutte le casistiche presentate dai saronnesi. A chiamare, ad esempio, una coppia di sposi che avendo già annullato la festa volevano sapere se almeno si poteva tenere la cerimonia ma anche figli che si occupano dei genitori che vivono soli ed hanno bisogno di aiuto. Tante anche le domande tecniche, che arrivano dalle attività commerciali, per la gestione del servizio di asporto e consegna a domicilio. In occasione dei diversi dpcm e delle diverse ordinanze i saronnesi chiamano spesso il comando per avere delucidazioni ma nelle ultime ore, complici il rinvio di 24 ore ed anche le diverse casistiche, il numero di chiamate è stato davvero importante.

In vetta alle richieste c’è l’autocertificazione: da dove si può trovare il modulo a quando è necessario compilarla. Poche invece le domande sull’attività sportiva e sulla gestione delle passeggiate degli amici a quattrozampe ormai diventata una prassi per i periodo di lockdown.

1 commento

Comments are closed.