SARONNO – “I tempi non sono maturi”: lo ha detto, parlando con i giornalisti, l’assessore comunale all’Ambiente e Mobilità, Franco Casali, con riferimento alla moda del momento, lo “sharing” dei monopattini elettrici. Quelli su cui si sale, si percorrere un poco di strada ed una volta a destinazione li si lascia a bordo marciapiede perchè qualcun altro li utilizzi. Un sistema che va per la maggiore in molto città, grandi e piccole ma che per il momento non arriverà a Saronno, “non ci sono le condizioni di sicurezza – in sintesi il pensiero dell’assessore – La priorità oggi è quella di creare una rete viaria più sicurezza, per i pedoni e per tutti i mezzi che la percorrono”.

Anche se i monopattini, privati, stanno diventando una componente sempre più abituale fra i mezzi che percorrono le strade saronnesi, facile vederli in centro ma pure in zone più periferiche ed anche di intenso traffico. Proprio di recente il primo incidente di una certa gravità, avvenuto all’incrocio fra via Carcano e via Caduti della Liberazione. Altro incidente al confine con Caronno Pertusella.

20112020

4 Commenti

  1. Se è consentito andare con quelli privati perché bloccare quelli in sharing? C’è un tetto massimo al numero di monopattini che possono circolare? Si poteva procedere

  2. Per l’assessore , che fa parte di FIAB ( Federazione Italiana Biciclette )la mobilità da incentivare può solo essere solo per le biciclette

Comments are closed.