SARONNO – La chiesa della Sacra Famiglia, nei limiti posti dalle norme anticovid, ha faticato a contenere tutti i saronnesi che stamattina si sono radunati per l’ultimo saluto a Lucio Turchiarelli 65enne scomparso giovedì mattina dopo aver lottato contro il Covid.

Presente una nutrita delegazione del gruppo Sant’Antoni con cui Lucio collaborava dagli esordi e di cui era diventato membro del direttivo.

Nessuno ha voluto mancare tra i religiosi della comunitá pastorale Crocifisso Risorto. Presenti il prevosto monsignor Armando Cattaneo, il cappellano dell’ospedale Vincenzo Bosisio, don Federico Bareggi, l’ex coadiutore Andrea Zolli ora a Lentate e il diacono Massimo Tallarini. Presente anche il consigliere comunale Mattia Cattaneo.

“Siamo qui per salutare Lucio – ha esordito nell’ omelia don Alberto Corti – che é tornato tra noi dopo pochi giorni di ospedale con questa brutta malattia che gli ha tolto il respiro.

É bello che siamo qui per ricordarlo, per ringraziarlo ma anche per essere vicini alla famiglia che sicuramente sentirá il vuoto di questa perdita. Un vuoto che sentiamo anche noi perché Lucio aveva in oratorio la sua seconda casa. Un vuoto c’è anche in città. Era benvoluto da tutti”

E ha proseguito con commozione:”Dove c’è un bisogno, una chiamata Lucio c’era. In cucina all’oratorio feriale, la sera al calcetto conosceva tutti i ragazzi li ascoltava, dava loro consigli. Nel servizio di accoglienza in questi giorni tremendi di pandemia. Alla festa di Sant’Antonio davanti e dietro gli eventi e i preparativi. Era un amico vero, vero”

“Speriamo che il suo spirito di servizio resti in noi per continuare a far vivere Lucio anche dell’immenso bene che ha fatto nella nostra comunitá”

Al termine delle esequie tanti messaggi di cordoglio e di saluto. Dagli amici che hanno esordito con un semplice “Ciao Lucio” per continuare con “ci hai insegnato cos’é un’amicizia vera e disinteressata”.

Intenso anche il ricordo degli educatori dell’oratorio: “Eri un punto fermo, sempre presente dalle partite di calcetto alle vacanze in montagna, grazie di esserci sempre stato per tutti noi”

Affidato a Paolo Legnani il saluto del gruppo storico Sant’Antonio: “Caro Lucio, hai deposto per terra il tuo tabarro, senza ultimo saluto famiglia, i tuoi cari e della nostro sodalizio di cui eri così orgoglio. Siamo qui per quell’ultimo saluto per quello ‘abbraccio che non abbiamo potuto darti. Ci mancherai amico dal grande cuore. Ci mancherai e non ti dimenticheremo”

A tratteggiare la figura del Saronnese a che don Andrea:”Ho desiderato essere qui con voi e con Lucio per onorare la sua persona e l’amicizia con la sua famiglia. Non ho molte parole da aggiungere però voglio solo riconfermare, sottolineare la testimonianza che Lucio ha dato nella comunità cristiana”.

“Ciao Lucio” ed un applauso hanno saluto il feretro sul sagrato della parrocchia