VARESE – “Attonita”, si dice la parlamentare del Varesotto di Italia viva, Maria Chiara Gadda, riguardo allo stop del traffico ferroviaria fra Italia e Svizzera, nel contesto dell’emergenza coronavirus ma destinato a colpire tanti frontalieri, che potrebbero avere grossi problemi a raggiungere il posto di lavoro in questo periodo nel quale si approssimano le festività di fine anno.

Questa scelta delle ferrovie, non concordata preventivamente con i governi italiano e svizzero e tardivamente comunicata, lascia davvero attoniti perché verrebbe meno un servizio essenziale per migliaia di lavoratori e cittadini in un periodo assai delicato.
Confido che nelle prossime ore i rispettivi ministeri dei trasporti, che si sono prontamente attivati ieri sera non appena ricevuta la comunicazione, possano giungere a una rapida risoluzione della vicenda. Oggi ci sará una telefonata tra la ministra Paola De Micheli e la sua omologa e presidente di turno della Confederazione elvetica, Simonetta Sommaruga.
(foto: la parlamentare locale di Italia viva, Maria Chiara Gadda)
09122020