MILANO – “Regione Lombardia ha inserito nelle liste prioritarie dei beneficiari del vaccino anti-covid anche i volontari di tutte le organizzazioni emergenza urgenza insieme agli operatori sanitari degli ospedali pubblici e privati accreditati, i dipendenti delle società di servizi (come mense e pulizie) che lavorano negli stessi ospedali, i medici e i pediatri di base, gli operatori e gli ospiti delle Rsa, le residenze anziani”. Lo conferma l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, in merito alle categorie alle quali sarà data la precedenza per la somministrazione del vaccino contro il Covid-19.

“Stiamo parlando di circa 50.000 persone – aggiunge il presidente della Commissione Sanità della Regione Lombardia, Emanuele Monti – che quotidianamente operano nei sevizi di emergenza urgenza e nelle iniziative di volontariato sul territorio regionale. Operatori incessantemente in prima linea nella gestione della pandemia, che costituiscono un patrimonio fondamentale per l’intero sistema sanitario lombardo”. “A loro – concludono Monti e Gallera – rinnoviamo un sincero ringraziamento e nome dell’intera comunità lombarda”.

17122020

3 Commenti

  1. Avete distrutto il sistema sanitario pubblico in favore del privato e avete il coraggio di definirlo un patrimonio….l’unico patrimonio, grazie a voi, è quello accumulato dalla sanità privata

  2. “A loro – concludono Monti e Gallera – rinnoviamo un sincero ringraziamento e nome dell’intera comunità lombarda”.
    A Voi solo un suggerimento “andate via” fate un favore alla comunità lombarda

Comments are closed.