SARONNO – “Vanno fermati i lavori finché il depuratore d’acqua tornerà funzionante. Le priorità per noi sono ben chiare: ripresa, sicurezza, valorizzazione del territorio”.

Sono le parole di Angelo Veronesi coordinatore cittadino della Lega che commenta la diffida del comune in merito ai danni alla barriera idraulica usata per la bonifica delle acque all’ex Cantoni.

“Grazie alla nostra intransigenza l’operatore è stato obbligato a svolgere la bonifica su tutta l’area ex Cantoni prima di mettere la prima pietra del Tigros. E questi sono fatti.


Le due aree della ex Cantoni erano molto differenti: su quella più grande erano necessarie le bonifiche, mentre su quella più piccola, dove stanno costruendo il Tigros, invece non era necessaria alcuna bonifica. Durante la nostra ammnistrazione, periodo in cui sono partiti tutti i grandi lavori di riqualifica cittadina bloccati per anni, l’ operatore aveva chiesto di iniziare a costruire sull’area “pulita” ma noi ci siamo opposti vincendo la disputa: l’operatore è stato costretto a svolgere tutte le bonifiche su acqua, terra e amianto prima della posa del primo mattone.


Noi siamo stati molto duri riguardo le priorità di Saronno, mentre questa amministrazione non lo è altrettanto e fa vedere i muscoli solo con i “deboli”, dimostrando timore con i “forti”. Hanno problemi in maggioranza? C’è qualcuno che potrebbe far mancare i voti in consiglio comunale per cancellare la convenzione con l’operatore?

Siamo a disposizione dell’amministrazione per aiutarli su questa questione perché la bonifica delle acque viene prima di qualsiasi schieramento politico”

1 commento

  1. Gli unici che potrebbero fare mancare voti sappiamo bene chi sono: quelli di OS, probabilmente sostenuti da qualche gruppo di pressione

Comments are closed.